Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: [INSERIRE NOME UFFICIO E LINK]Affittacamere: strutture ricettive, gestite da privati avvalendosi della normale organizzazione familiare, atte a fornire alloggio ed eventuali servizi complementari, ivi compresa la somministrazione di cibi e bevande, in non più di sei camere aventi capacità ricettiva non superiore a dodici posti letto, ubicate in uno o due appartamenti ammobiliati posti in uno stesso stabile. Bed&breakfast: servizio di accoglienza a conduzione familiare offerto da privati presso la propria abitazione in maniera occasionale o saltuaria, avvalendosi esclusivamente della normale organizzazione familiare e utilizzando un numero di camere da letto per gli ospiti non superiore a tre per unità abitativa, per un massimo di sei posti letto. Ostelli: strutture ricettive attrezzate per il soggiorno ed il pernottamento dei giovani e degli accompagnatori dei gruppi di giovani, gestite, al di fuori dei normali canali commerciali, da enti pubblici, enti di carattere morale o religioso e associazioni operanti, senza scopo di lucro, nel campo del turismo sociale e giovanile per il conseguimento di finalità sociali e culturali. 

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: Nomeufficio1E' una comunicazione che occorre preventivamente fare per aprire una sede fissa di vendita per gli esercizi di vicinato*. Occorre presentare comunicazione di apertura in triplice copia e in carta libera indirizzata al Comune, compilata: - dichiarazione relativa ai requisiti morali; - dichiarazione relativa ai requisiti professionali (solo per il settore alimentare); - indicazione del settore merceologico; - autorizzazione Sanitaria (solo per il settore alimentare). La Validità è illimitata. Riferimenti normativi: D.Lgs. n. 114/98 Note: * esercizi non inseriti in centri commerciali e con non più di mq. 250 di superficie di vendita (ossia l'area destinata alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature e simili. Non costituisce superficie di vendita quella destinata a magazzini, laboratori, uffici e servizi). 

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: Nomeufficio 1Il servizio da noleggio con conducente (autobus e autovetture) svolto mediante autovettura, così come definito dalla legge sotto riferita, si rivolge all'utenza specifica che avanza, presso la sede del vettore, apposita richiesta per una determinata prestazione a tempo e/o viaggio. Il servizio è disciplinato a livello comunale dalle norme contenute nel "Regolamento per i servizi di noleggio con conducente svolti mediante autovettura" riportato in allegato. Riferimenti normativi: legge 15 gennaio 1992, n. 21

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO] Per fare dei lavori di manutenzione straordinaria in un immobile (tramezzature interne, fusione di unità immobiliari, sostituzione di impianti elettrici, idrici e fognari, impianti autonomi di riscaldamento, frazionamento di unità immobiliari che non comporti il cambio di destinazione d’uso, ecc.), la persona interessata deve consegnare la Denuncia di Inizio Attività (D.I.A.) in Comune. I lavori da effettuare sono vincolati alla garanzia che non vengano lesi i diritti dei terzi. Cosa fare:La persona interessata deve consegnare la D.I.A. all'ufficio di competenza insieme all’atto di asseveramento, cioè una dichiarazione in cui si attesta che i lavori da eseguire sono conformi alla normativa vigente. Il proprietario deve affidare la redazione di tale atto a un professionista di fiducia (architetto, ingegnere, geometra, perito edile) iscritto all’albo di categoria.L’atto di asseveramento deve essere integrato da un progetto tecnico dettagliato.I moduli sono scaricabili oppure in distribuzione presso gli uffici. Quando i lavori comprendono anche la realizzazione, la ristrutturazione o l’ampliamento degli impianti termici, la persona interessata deve depositare in duplice copia i progetti esecutivi degli impianti (secondo quanto previsto dal D.Lgs. n. 192/05 e modifiche).  Secondo quanto previsto dalla legge n. 662/96, il cittadino può avviare i lavori 30 giorni dopo la presentazione della D.I.A.Se l’installatore segnala che i lavori rientrano tra i casi previsti dal D.M. n. 37/08  il committente deve trasmettere il progetto degli interventi impiantistici redatto da un professionista di fiducia iscritto all’albo di categoria, tramite modulo di trasmissione. Successivamente viene rilasciata copia cartacea timbrata da conservare in cantiere in caso di eventuali ispezioni. Documenti da allegare: Indicazione dell’impresa a cui sono stati affidati i lavori Dichiarazione dell’impresa per lo smaltimento dei materiali inerti Elaborati grafici Titolo di proprietà Fotografie Atto di asseveramento DURC (documento unico regolarità contributiva) Normativa di riferimento:  Legge n. 241 del 1990 Legge n. 10 del 1991 Legge n. 46 del 1990 Legge n. 662 del 1996 Decreto Presidente della Repubblica 447 del 91 Regolamento Edilizio Norme Tecniche di Attuazione del Piano Regolatore Generale Decreto Presidente della Repubblica n. 380 del 2001

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: Ufficio 2Per approfondire: Arpal: sezione sull'inquinamento acusticoLegge regionale n.12/1998 "Disposizioni in materia di inquinamento acustico" e successive modificheAmbienteinliguria.it

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: Polizia municipalePer occupare il suolo pubblico* in modo permanente o temporaneo (di durata inferiore all'anno) presentare domanda all'amministrazione comunale e pagare la tassa COSAP (canone occupazione spazi pubblici e aree pubbliche). Per l'occupazione temporanea non occorre la denuncia: va semplicemente presentata l'attestazione dell'avvenuto versamento. La tassa è commisurata alla durata dell'occupazione, alla superficie occupata e all'importanza dell'area scelta. La disdetta anticipata della concessione deve essere comunicata al Comune con 5 giorni di anticipo rispetto alle annualità successive a quella in corso. Riferimenti normativi: D. Lgs. 507/93 Note: * nelle strade, nei corsi, nelle piazze e, comunque, nei beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune; in spazi soprastanti il suolo pubblico, con esclusione dei balconi, verande e simili infissi di carattere stabile, nonché le occupazioni sottostanti il medesimo suolo, comprese quelle poste in essere con condutture e impianti di servizi pubblici gestiti in regime di concessione amministrativa; su tratti di aree private sulle quali risulta costituita nei modi e nei termini di legge, la servitù di pubblico passaggio. 

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: nomeufficio4La pubblicità sul territorio comunale, in linea con quanto prescritto dalla normativa nazionale, dai regolamenti comunali e dalle delibere di giunta, è soggetta ad autorizzazione. Il proprietario di un fondo o il titolare di un'attività* che vogliano installare l'insegna pubblicitaria di un'attività produttiva, commerciale o di altro genere devono richiedere autorizzazione al Comune presentando apposita domanda. Riferimenti normativi: Decreto legislativo del 15/11/1993 n° 507, Decreto legge del 04/12/2001, Decreto del presidente del consiglio del 12/02/2001 Note: * in questo caso deve essere allegata anche una autorizzazione del proprietario. In caso di società o associazioni, a presentare richiesta deve essere il legale rappresentante. 

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: Ufficio5Gli esercenti di attività di commercio e di intrattenimento determinano liberamente gli orari di apertura e chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio, nel rispetto dei limiti stabiliti e nell'ambito dei criteri che saranno determinati con apposita ordinanza sindacale.Riferimenti normativi: legge regionale n.1/2007 "Testo Unico in materia di commercio" e successive modifiche

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: Nomeufficio4In linea con la normativa nazionale e regionale, il Comune regola le vendite che si svolgono al di fuori delle modalità e degli orari consueti: Fine stagione: i titolari degli esercizi commerciali possono indire vendite di fine stagione per esitare la merce soggetta a deprezzamento, ma esclusivamente nel periodo definito dal Comune. Occorre darne comunicazione al sindaco almeno 7 gg. prima dell'inizio della vendita di fine stagione indicando la data di inizio e la durata. Promozionali: per promuovere la vendita di uno, più o tutti i prodotti della gamma merceologica, applicando sconti o ribassi sul prezzo normale di vendita il titolare deve darne comunicazione spedendola, almeno 10 giorni prima della data di inizio, esclusivamente tramite Raccomandata postale al suddetto Ufficio del Comune. Saldi: offerta di prodotti stagionali o articoli di moda che devono essere venduti entro un breve lasso di tempo dalla fine della stagione pena il notevole deprezzamento. I periodi sono determinati dalle camere di commercio sentiti i comuni interessati. La comunicazione deve spedita esclusivamente tramite Raccomandata postale al protocollo generale del Comune, almeno 10 giorni prima della data di inizio. Riferimenti normativi: legge regionale n.1/2007 "Testo Unico in materia di commercio" e successive modificheVedi anche (in altre sezioni): Occupazione suolo pubblico; Comunicazione di vendita e liquidazione

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare: Centro per l'impiego Corso Millo 13B Chiavari - Tel. 0185/360901-360902 Puoi orientarti sui servizi che la pubblica amministrazione locale offre alle aziende in cerca di forza lavoro, consultando i siti della Regione. Per informazioni aggiornate sulle opportunità di lavoro e di formazione professionale in Liguria puoi consultare il Centro per l'impiego più vicino a te.  FormAzioneLavoro è il servizio della Regione Liguria dedicato alla formazione professionale e al lavoro. Sul sito puoi trovare l'elenco dei corsi di formazione professionale e gli annunci di lavoro in Liguria. Per approfondire: formazionelavoro.regione.liguria.it

Giovedì, 01 Marzo 201820180301

Chi contattare in Comune: Nomeufficio4Vendite straordinarie di liquidazione possono essere effettuate da operatori di commercio al dettaglio che vogliano esaurire in breve tempo tutte le proprie merci per cessazione attività commerciale, trasferimento* dell'azienda (cessione), trasferimento dell'azienda in altro locale, trasformazione** o rinnovo dei locali. Devono darne comunicazione al sindaco almeno 15 giorni prima della data di inizio, con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno che specifichi: motivi della vendita; ubicazione dei locali in cui si effettua la vendita; data di inizio della vendita; durata. Alla comunicazione devono essere allegati: 1. cessazione dell'attività: dichiarazione di cessazione attività al termine della vendita 2. cessione attività: copia atto di compravendita o cessione dell'azienda 3. trasferimento locali: dichiarazione di possesso dell'autorizzazione al trasferimento o comunicazione nei casi previsti 4. trasformazione o rinnovo locali: copia eventuale concessione edilizia o se non necessita copia del preventivo di spesa e della relativa conferma d'ordine della ditta esecutrice specificando l'ammontareLa liquidazione non può essere effettuata nei trenta giorni antecedenti le vendite di fine stagione (saldi) e nei trenta giorni antecedenti il Natale.Può durare per un periodo di:6 settimane per trasferimento di azienda o per rinnovo locali13 settimane per cessazione dell'attività o cessione di azienda.A decorrere dall'inizio delle vendite di liquidazione, è vietato introdurre nei locali e nelle pertinenze dell'esercizio di vendita merci del genere di quelle offerte in vendita di liquidazione, siano esse acquistate o acquisite ad altro titolo, anche in conto deposito. Lo sconto o il ribasso deve essere espresso in percentuale sul prezzo normale di vendita che deve comunque essere esposto; nelle indicazioni pubblicitarie della vendita devono essere indicati gli estremi della comunicazione inviata al sindaco e la durata della vendita. Note: * Il trasferimento deve avvenire entro tre mesi dalla fine della vendita di liquidazione. ** La trasformazione o il rinnovo dei locali deve comportare l'esecuzione di rilevanti lavori di ristrutturazione o di manutenzione straordinaria od ordinaria dei locali di vendita relativi a opere strutturali, all'installazione o alla sostituzione di impianti tecnologici o servizi, o loro adeguamento alle norme vigenti. I lavori dovranno essere eseguiti entro 3 mesi dalla fine della vendita di liquidazione. Entro 45 giorni dalla fine lavori deve essere prodotta al comune una dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui si attesta di essere in possesso delle fatture comprovanti l'intervento e nel caso non sia soggetto a concessione o autorizzazione edilizia indicare l'ammontare. Tali lavori dovranno determinare la chiusura per almeno 15 giorni consecutivi. Riferimenti normativi: legge regionale n.1/2007 "Testo Unico in materia di commercio" e successive modifiche
Sentiero cinque demo

Mercoledì, 28 Febbraio 201820180228

Mezzo di trasporto: TrenoPranzo: al sacco con viveri propri Difficoltà: T/E - Dislivello salita: 250 m Tempo di percorrenza totale: 5 ore circa.Descrizione: (Segnavia: simbolo ≠ , indicazioni su targhe in legno "Le 5 torri"). Attraverso la campagnaIl percorso si svolge lungo un vecchio sentiero abbandonato, riportato alla luce e ben ripulito dalla Pro Loco di Demo nel 1998
Premio Demo

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

  La creazione artistica offerta in premio nel 2010 Il premio è organizzato dal 1995 da Comune di Demo, Pro Loco Demo, Camera di Commercio di Genova e della Spezia, in collaborazione con Regione Liguria, Provincia di Genova, S.T.L.Il concorso si propone di valorizzare i migliori oli extravergini di  oliva provenienti dal territorio della provincia di Genova e della Spezia, corrispondente alla zona di produzione della denominazione di origine protetta "Riviera Ligure-Riviera di Levante", per favorirne la conoscenza e la diffusione fra i consumatori e l'apprezzamento delle loro caratteristiche.     Murales sulla olivicoltura Puoi scaricare il disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta "Riviera Ligure" da Agriligurianet, portale regionale dell'agricoltura ligure.Il premio è volto a stimolare olivicoltori e frantoiani al continuo miglioramento qualitativo dei prodotti e a contribuire alla valorizzazione e diffusione a livello interprovinciale degli assaggiatori di olio di oliva, in sintonia con la normativa italiana comunitaria. - Per informazioni scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloakcaf4781d5fe25bcb5882ecaf779414bc').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addycaf4781d5fe25bcb5882ecaf779414bc = 'paesedellolio' + '@'; addycaf4781d5fe25bcb5882ecaf779414bc = addycaf4781d5fe25bcb5882ecaf779414bc + 'comune' + '.' + 'leivi' + '.' + 'ge' + '.' + 'it'; var addy_textcaf4781d5fe25bcb5882ecaf779414bc = 'paesedellolio@...';document.getElementById('cloakcaf4781d5fe25bcb5882ecaf779414bc').innerHTML += ''+addy_textcaf4781d5fe25bcb5882ecaf779414bc+''; - Per la rassegna stampa sul premio .....  
Come arrivare

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Da uscita autostrada di Demo:Immettersi nella rotonda e seguirla sino alla seconda uscitaAndate dritti sino al semaforo (di fronte a voi troverete il cartello di indicazione per Demo)Girate a sinistra su Via DemoAl bivio sotto il ponte autostradale continate la strada davanti a voi.Al bivio di fianco alla Chiesa in Via Demo continuate la strada davanti a voi.Dopo circa 1.5 Km rimanete sulla corsia di destra su SP32/Via IV Demo.Dopo circa 1 Km troverete il palazzo comunale.
Frazione1

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Tersto da inserire
Frazione2

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

 
Frazione 7

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Frazione 3

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Frazione 5

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Frazione 6

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Statuto comunale

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Nell'ordinamento giuridico italiano lo statuto comunale è l'atto normativo fondamentale, approvato ed emanato dal consiglio comunale, con cui esso stabilisce il proprio ordinamento generale. Attraverso l'approvazione dello statuto il Comune si dà le regole relative alla sua amministrazione interna, ai fini e ai mezzi per conseguirli. In particolare, lo statuto riporta il funzionamento degli organi di governo locali, le modalità di partecipazione dei cittadini, le forme di collaborazione tra il comune e altri enti, l'organizzazione degli uffici. Contiene una breve introduzione che identifica il comune dal punto di vista territoriale e storico, con la descrizione di stemma e gonfalone delle onorificenze di cui si decora.Una volta approvato, lo statuto viene pubblicato nel bollettino ufficiale della regione e affisso all'albo pretorio dell'ente per trenta giorni consecutivi, dopo di che viene inviato al Ministero dell'interno per essere inserito nella raccolta ufficiale degli statuti.      
Stemma e storia

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Lo stemma comunale è costituito da uno scudo e da una corona collocata al di sopra dello scudo stesso. Per l'adozione dello stemma, secondo il Testo Unico degli Enti Locali, occorre una deliberazione del consiglio comunale, che ne deve dare menzione nello statuto dell’ente.  Riferimento normativo: Testo Unico degli Enti Locali (DLgs 18/8/2000 n. 267)

Mercoledì, 21 Febbraio 201820180221

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO]Per ottenere il tesserino di parcheggio per chi ha invalidità con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, occorre presentare: modulo in cui si dichiarino sotto la propria responsabilità i dati personali e gli elementi oggettivi che giustificano la richiesta; certificazionemedica rilasciata dall'Ufficio medico-legale dell'ASL di appartenenza che attesti capacità di deambulazione sensibilmente ridotte. La validità dell'autorizzazione è di 5 anni, rinnovabili presentando certificato del medico curante che confermi le condizioni sanitarie. Per invalidità temporanee come infortuni, l'autorizzazione avrà le stesse modalità ma una durata stimata in base all'infortunio. Leggi e norme di riferimento: Art. 188 Cds e art. 381 regolamento di esecuzione 

Martedì, 20 Febbraio 201820180220

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO]  Un piano di emergenza , come sottolineato dalle linee guida della Regione Liguria , rappresenta "...il progetto di tutte le attività coordinate e di tutte le procedure che dovranno essere adottate per fronteggiare un evento calamitoso atteso in un determinato territorio , in modo da garantire l'effettivo ed immediato impiego delle risorse necessarie al superamento dell'emergenza ed il ritorno alle normali condizioni di vita". Il Sindaco potrà conseguentemente disporre di un valido riferimento che rappresenterà un percorso organizzato in grado di affrontare , soprattutto nella fase iniziale , le probabili difficoltà insite in un evento non programmato e dagli effetti talora imprevedibili.  Per approfondire (su altri siti): Portale Regione Liguria Sezione sulla Protezione Civile

Martedì, 20 Febbraio 201820180220

Tutte le informazioni sui servizi sanitari presenti sul territorio comunale   FARMACIE: - Farmacia 1- Farmacia 2MEDICI DI FAMIGLIA:- Dottor 1 Per approfondire su altri siti: portale dell'Azienda Sanitaria Locale 4

Lunedì, 19 Febbraio 201820180219

Lunedì, 19 Febbraio 201820180219

Lunedì, 19 Febbraio 201820180219

Lunedì, 19 Febbraio 201820180219

Lunedì, 19 Febbraio 201820180219

Lunedì, 19 Febbraio 201820180219

Lunedì, 19 Febbraio 201820180219

Giovedì, 15 Febbraio 201820180215

Giovedì, 15 Febbraio 201820180215

Giovedì, 15 Febbraio 201820180215

Giovedì, 15 Febbraio 201820180215

Giovedì, 15 Febbraio 201820180215

Giovedì, 15 Febbraio 201820180215

Giovedì, 15 Febbraio 201820180215

Giovedì, 15 Febbraio 201820180215

prova

Lunedì, 12 Febbraio 201820180212

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO] Contributi a fondo perduto erogati da Regione Liguria a parziale rimborso delle spese sostenute per la realizzazione di opere volte al superamento e all' eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, perseguendo una sempre maggiore accessibilità e fruibilità degli spazi edificati a tutti coloro che soffrono di una ridotta o impedita capacità motoria. La domanda può essere presentata dal richiedente al Comune di residenza dal 1 giugno al 30 settembre di ogni anno.La modulistica, necessaria allo svolgimento della procedura (fac-simile di domanda - modello di autocertificazione), è a disposizione delle amministrazioni comunali per gli eventuali adattamenti.È anche disponibile una guida o vademecum che riporta le condizioni di ammissibilità e l'articolazione essenziale della procedura.Resta valido infine, per i tecnici comunali e i professionisti, lo schema di collaudo relativo all'osservanza degli standard tecnici nella realizzazione di interventi edilizi.Leggi e norme di riferimento: Legge n.13 del 09/01/1989 "Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati"  Per approfondire (su altri siti): Sito della Regione Liguria - Sezione abbattimento barriere architettoniche

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Chi contattare: [INSERIRE LINK A CONTATTO]E' riconosciuta come organo primario di consultazione e di promozione per il pieno inserimento della persona handicappata nella vita sociale e lavorativa. Le sedi territoriali sono: Genova, Imperia, Albenga, Savona, Tigullio, La Spezia. Opera come interlocutore privilegiato dell'Amministrazione Regionale, Comunale e Provinciale per quanto riguarda la politica degli interventi per la lotta all'emarginazione e allo sviluppo di servizi sanitari e sociali pubblici; in particolare per quanto riguarda l'istituzione ed il funzionamento dei consultori familiari, l'inserimento e l'assistenza scolastica, i servizi per il tempo libero, la formazione professionale e l'inserimento lavorativo, il trasporto, la creazione di comunità alloggio e di alloggi protetti, i servizi di assistenza domiciliare, i servizi di riabilitazione, i programmi di riqualificazione e aggiornamento del personale sanitario e sociale, tempo libero e sport. Svolge servizio di informazione e di consulenza alle persone disabili e ai loro familiari attraverso lo sportello situato presso la Regione Liguria e tramite il sito Spaziliberi di cui è sotto riportatoil link. Sottopone casi specifici all'attenzione delle autorità preposte.A chi è destinato il servizio: persone con disabilità e loro familiari, operatori socio-sanitari, organizzazioni, enti, cooperative sociali, associazioni Normativa di riferimento: Legge Regionale n.19 del 12 aprile 1994Per approfondire (su altri siti):  Spazi Liberi Consulta handicap Regione Liguria 

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO]Sostegno alla persona attraverso colloqui, contributi e/o agevolazioni economiche. Per poter accedere al servizio il richiente deve presentare certificazione ISE (vai alla scheda a fondo pagina) e ulteriore documentazionecomprovante lo stato di necessità; sostenere un colloquio di accesso con assistente sociale che permetta di valutare se esiste la conprovata situazione di bisogno che è requisito di accesso al servizio. Leggi e norme di riferimento: Legge 328/2000; Regolamento comunale Vedi anche in altre sezioni del sito: Dichiarazione ISE-ISEE

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Chi contattare: [INSERIRE LINK A CONTATTO] Guida on line di Regione Liguria alle strutture sanitarie di cura e recupero, sanitario-assistenziali, protette socio-sanitarie e di accoglienza. Uno strumento informativo snello e nello stesso tempo sufficientemente ricco di notizie utili, destinato non solo a coloro che operano nei servizi, ma anche ai cittadini, in particolare a anziani, adulti con disagi, dipendenze, disabili, con problemi psichiatrici ma anche a famiglia e minori. Per usarlo occorre seguire il link riportato a fondo pagina, specificare almeno una AUSL, un'area di utenza e una macroarea e avviare la ricerca premendo il tasto "cerca". Per approfondire (su altri siti): portale istituzionale regionale: sezione su protezione e promozione sociale 

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO]Bando per l'erogazione di prestiti d'onore a sostegno di famiglie o persone in condizioni di disagio economico temporaneo. Il sostegno economico consiste nella concessione di un finanziamento a tasso zero da restituire in rate mensili entro un tempo massimo di 36 mesi. L'importo concesso va da un minimo di 3.000 ad un massimo di 10.000 Euro Per accedere al prestito è necessario inviare la domanda, compilata in tutte le sue parti a: Regione Liguria - Settore Politiche Sociali e Socio-Sanitaria Via Fieschi 16121 Genova Modulo di domanda reperibile sul sito www.regione.liguria.it (vedi link a fondo pagina) o presso gli sportelli LiguriaInforma-Regione Liguria. Riferimenti normativi: Delibera n.378 del 27-04-04 "Valorizzazione e sostegno delle responsabilità familiari: sperimentazione dei prestiti sull'onore" Per approfondire (su altri siti): Portale Regione Liguria: Sezione sul Prestito d'onore; Domanda di ammissione ai prestiti d'onore; Delibera n.378 del 27-04-04

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Chi contattare: [INSERIRE LINK A CONTATTO]Contributo mensile erogato da una fondo istituito da Regione Liguria allo scopo di mantenere a domicilio anziani non autosufficienti e disabili gravi che hanno una famiglia (o chi ne fa le veci) che si fa carico della loro assistenza. Possono presentare domanda i cittadini italiani o gli extracomunitari titolari di carta di soggiorno che: 1) abbiano compiuto 65 anni e siano invalidi al 100% con riconoscimento dell'indennità di accompagnamento o abbiano presentato domanda di riconoscimento all'ASL; oppure siano portatori di handicap grave ai sensi della l. 104/92; 2) abbiano una situazione reddituale e patrimoniale della famiglia corrispondente a un valore ISEE non superiore a € 40.000 Per accedere al contributo è necessario che sia: accertata la non autosufficienzaattraverso una valutazione effettuata dall'Unità di Valutazione Multidimensionale (UVM) istituita dall'ASL e composta da geriatra o fisiatra, medico di medicina generale e assistente sociale del comune di residenza del richiedente; predisposto un Piano Individualizzato di Assistenza (PIA) che comprende tra l'altro l'individuazione del responsabile del caso (case manager) che dovrà effettuare le verifiche periodiche; sottoscritto il Patto Assistenziale con la famiglia o chi ha in carico l'anziano o il disabile, in cui si dichiara l'impegno all'assistenza a domicilio e a non accedere a forme di residenzialità permanente. L'assistenza può essere fornita da un'assistente familiare (badante) regolarmente assunta; una cooperativa tramite l'acquisto di prestazioni assistenziali; la famiglia o la persona che si fa carico dell'anziano o del disabile, con assunzione di responsabilità per la tutela e la cura della persona. L'ammontare del contributo è calcolato in relazione al valore ISEE; il beneficio non è cumulabile con l'Assegno Servizi; se la persona che accede alla misura ha in corso anche l'Assegno, questo viene revocato. La domanda di concessione del contributodeve essere presentata su apposito modulo a cui dovrà essere allegata la seguente documentazione: scheda regionale di segnalazione compilata dal medico di famiglia; copia del verbale di accertamento di invalidità civile o di handicap; oppure copia della domanda presentata all'ASL in caso di richiesta in corso di accertamento; copia della certificazione rilasciata da strutture ospedaliere, Istituti Scientifici o ASL nel caso di disabili considerati gravi ex lege (persone down e malattie rare); certificazione ISEE; copia della carta di soggiorno in caso di cittadino extracomunitario Riferimenti normativi: Legge Regionale n.12 del 2006, titolo V, Delibera della Giunta regionale N.1106 del 2006 (scaricabili dai link a fondo pagina) Per approfondire (su altri siti): Legge Regionale n.12 del 2006, titolo V; Delibera della Giunta regionale N.1106 del 2006

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Chi contattare: [INSERIRE LINK A CONTATTO] La Dichiarazione ISE, o più precisamente Dichiarazione Sostitutiva Unica (nota anche come riccometro) si compila una volta all'anno e contiene i dati anagrafici, i redditi ed i dati patrimoniali di tutti i membri del nucleo anagrafico. L'ente presso il quale viene compilata la dichiarazione (CAF - Centri di Assistenza Fiscale oppure URP) trasmette i dati all'INPS mediante un apposito programma che restituisce due indicatori: l'ISE (Indicatore Situazione Economica - riguarda la situazione economica familiare nel suo complesso) e l'ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente - che riconduce la situazione economica familiare ad un valore per i singoli componenti). La dichiarazione serve a richiedere qualsiasi tipo di prestazione agevolata ad enti pubblici o a gestori di servizi pubblici, poiché l'ente pubblico stabilisce il limite di ISE o di ISEE massimoper ogni agevolazione da ottenere. Il dichiarante deve presentarsi con un documento d' identità valido e i dati e documenti riportati in nota*, per ogni componente del nucleo familiare. L'amministrazione comunale verificherà il contenuto delle dichiarazioni e, in caso di false dichiarazioni, il cittadino perderà il beneficio acquisito e potrà incorrere nella violazione di norme penali. Riferimenti normativi: Decreto LGS. 31/03/1998 n° 109 Decreto LGS. 03/05/2000 n° 130 Per approfondire (su altri siti): dal Sito Inps Istruzioni per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica ISEE Note:* codice fiscale; ultima dichiarazione dei redditi (Modello Unico, 730, Cud); Dichiarazione IRAP per gli imprenditori agricoli titolari di partita IVA; dichiarazione di invalidità superiore al 67% o certificato di handicap permanente rilasciato in base alla legge 104/92; patrimonio mobiliare riferito al 31/12 dell'anno precedente: (Saldo di conti corrente, depositi, libretti bancari e postali, Unicoop...; Valore nominale di Titoli di Stato (BOT, CCT...), Obbligazioni, Certificati di deposito e credito, Buoni Fruttiferi ed assimilati; Valore di mercato di titoli azionari quotati in borsa o valore del patrimonio di titoli azionari non quotati; Importo dei premi versati per contratti di assicurazione mista sulla vita o contratti di capitalizzazione con possibilità di riscatto; Valore del patrimonio netto dell'impresa individuale o della sua frazione riferito all'ultimo bilancio approvato (in caso di esonero dall'obbligo di bilancio: totale delle rimanenze finali, costo complessivo dei beni ammortizzabili al netto dei relativi ammortamenti, valore di altri cespiti o beni patrimoniali); Patrimonio immobiliare riferito al 31/12 dell'anno precedente ( Valore ICI di case, fabbricati e terreni di proprietà o diritti reali ricavabile dall'ultima dichiarazione ICI, dei redditi oppure dalla rendita catastale aggiornata; Valore del capitale residuo di mutui contratti per l'acquisto di immobili; Contratto di affitto regolarmente registrato intestato ad uno dei componenti del nucleo familiare). 

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO] Contributi regionali indirizzati a coloro che necessitano di un sostegno economico per il pagamento del canone di affitto. Erogato a rimborso delle spese sostenute per i canoni di locazione con alto grado di incidenza sul reddito. Può essere richiesto da chi ha un regolare contratto di affitto, residenza anagrafica in questo comune, cittadinanza italiana, comunitaria o con regolare permesso di soggiorno, non titolarità di alcun componente il nucleo di diritti di propietà, usufrutto o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo. Ad esclusione degli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica. Occorre presentare al momento dell'uscita del bando una domanda su apposito modulo (scaricabile dai collegamenti al sito di Regione riportati a fondo pagina), allegando dichiarazione ISE, copia del contratto, copia della registrazione annuale, copia delle ricevute attestanti il regolare pagamento del canone di locazione.  Riferimenti normativi: Art. 11 della legge n. 431 del 9/12/1998 (vedi link sotto) Per approfondire (su altri siti): Art. 11 della legge n. 431 del 9/12/1998; Contributo per il sostegno alla locazione

Giovedì, 07 Dicembre 201720171207

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO]E' il certificato che attesta la capacità elettorale del richiedente, cioè la sua qualità di elettore. Tale capacità è attribuita a tutti i cittadini che abbiano compiuto la maggiore età e che non si trovino nelle seguenti condizioni: a) essere sottoposti a misure di sicurezza detentive, di prevenzione o a libertà vigilata; b) essere interdetto dai pubblici uffici. Il richiedente deve presentare un documento d'identità in corso di validità. Validità: 6 mesi dalla data del rilascio Riferimenti normativi: Art. 48 Costituzione Italiana; Art. 15 Legge n. 38 del 28 febbraio 1990

Giovedì, 07 Dicembre 201720171207

Chi contattare in Comune: [INSERIRE LINK A CONTATTO]Attesta che la persona è iscritta nelle liste elettorali del Comune di residenza. può esercitare il diritto di voto ed essere eletta. Il titolare del certificato deve essere cittadino italiano, risiedere nel Comune, essere maggiorenne e non essere incorso in cause che comportino la perdita della qualità di elettore (vedi nota*). Il Certificato può essere richiesto dall'interessato o da terza persona (candidati, gruppi politici, promotori, ecc.) in occasione della raccolta delle firme a sostegno delle proposte di referendum, di iniziativa legislativa popolare o di presentazione delle candidature alle elezioni. E' valido sei mesi a partire dalla data di rilascio. Norme di riferimento: art. 48 Costituzione Italiana; art. 14 Legge n. 39 dell'8 marzo 1965 Note: * il fallimento, per cinque anni dalla data della sentenza; l'applicazione, in forza di provvedimenti definitivi, delle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423, come da ultimo modificato dall'articolo 4 della legge 3 agosto 1988, n. 327, finché durano gli effetti dei provvedimenti stessi; l'applicazione, in forza di provvedimenti definitivi, di misure di sicurezza detentive o della libertà vigilata, a norma dell'articolo 215 del codice penale, finché durano gli effetti dei provvedimenti stessi; la condanna a pena che importa la interdizione perpetua dai pubblici uffici; l'interdizione temporanea dai pubblici uffici, per tutto il tempo della sua durata. Le sentenze penali producono la perdita della qualità di elettore solo quando sono passate in giudicato. La sospensione condizionale della pena non ha effetto ai fini della privazione della capacità elettorale.

Giovedì, 07 Dicembre 201720171207

Chi contattare in Comune: Attività Sociali ed educativeAl fine di concorrere al progresso civile sociale, culturale ed economico della Comunità locale, l'Ente può concedere contributi sotto forma di interventi, sovvenzioni, sussidi, agevolazioni, concorso finanziario, partecipazione alla spesa e vantaggi economici anche in natura. Le concessioni di cui al presente articolo sono erogate in particolare nell'ambito dei seguenti servizi e/o aree di attività: - Attività ricreative e sportive - Attività culturali ed educative - Cooperazione e solidarietà anche a livello internazionale - Assistenza e sicurezza sociale, politiche giovanili - Impegno civile, tutela e promozione dei diritti umani - Tutela ambientale - Sviluppo economico

Giovedì, 07 Dicembre 201720171207

Chi contattare in Comune:  [INSERIRE LINK A CONTATTO] Iscrizione al Registro regionale delle organizzazioni di volontariato, attive nei settori: ambientale, culturale, educativo, protezione animali, protezione civile, sanitario, sicurezza sociale, sportivo-ricreativo. L'iscrizione al Registro è condizione necessaria per beneficiare delle agevolazioni fiscali di cui agli art. 7 e 8 della legge n. 266/1991 Come procedere: presentazione dell' istanza di iscrizione al Registro regionale, indirizzata a Regione Liguria - Servizio valutazione e Controllo del Sistema Sociale e Socio-sanitario. La modulistica è scaricabile dalla pagina di istruzione su come presentare le istanze, sul sito di Regione Liguria (link a fondo pagina). Riferimenti normativi: L.R. n.15 del 28/05/1992 (scaricabile a fondo pagina) Per approfondire (su altri siti): Portale Regione Liguria Come presentare l'istanza di iscrizione; Legge regionale di disciplina del volontariato

Venerdì, 01 Dicembre 201720171201

Chi contattare: [INSERIRE LINK A CONTATTO] L'assegno servizi consiste in titoli di acquisto dei servizi a favore di persone non autosufficienti per favorire la loro permanenza nel nucleo familiare. E' indirizzato ai residenti nel comune con più di 65 anni e una non autosufficienza comprovata da certificazione ISE, attestazione di non autosufficienza e documentazione comprovante la regolare assunzione di personale privato. Il tutto va allegato a apposita domanda su modulo prestampato (scaricabile dal sito di Regione Liguria seguendo il link a fondo pagina) da presentare al Comune. Il contributo sarà erogato attraverso buoni servizio o contributo a rendiconto secondo disponibilità economica. Contributi a carico dell'utente: partecipazione del 20%, 35% o 50% a seconda del valore ISEE. Riferimenti normativi: Delibera Regione Liguria n° 362 23/04/2004, art. 17 legge n.328 del 8/11/2000 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali"Per approfondire (su altri siti): Portale Regione.liguria - Sezione sull'assegno servizi;  Modulo di domanda Assegno servizi

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Farmacie OnLine

Mercoledì, 29 Novembre 201720171129

Amministrazione trasparente

Giovedì, 23 Novembre 201720171123

 accedi al servizio     Il Comune di Savona per assolvere agli obblighi in materia di trasparenza amministrativa, in conformità all’art. 18 del D.L. n. 83/ 2012, convertito con modificazioni nella Legge n.134/ 2012 che prevede l'obbligo per gli Enti di pubblicare tutte le informazioni in ordine alla trasparenza amministrativa, ha predisposto una piattaforma dedicata. All'interno tutte le formazioni e i materiali in merito alla concessione, da parte del Comune di Savona, di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese, nonché all'attribuzione di corrispettivi e compensi a persone, professionisti, imprese ed enti privati e comunque di vantaggi economici di qualunque genere di cui all'articolo 12 della legge 7 agosto 1990, n. 241 ad Enti pubblici e privati. La pubblicazione è disposta ai sensi di legge secondo il principio di accessibilità totale, in modo che le informazioni riportate siano di facile consultazione, accessibili ai motori di ricerca ed in formato tabellare aperto che ne consente l’esportazione, il trattamento ed il riuso ai sensi dell'articolo 24 del D.Lgs. n. 196/ 2003. La piattaforma è stata realizzata nel rispetto dell'art. 51 del D. Lgs. n. 33/2013 - Invarianza finanziaria, ai sensi del quale "... dall'attuazione del presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Le amministrazioni interessate provvedono agli adempimenti previsti con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente ..."  
torna all'inizio del contenuto