967241995

Chi contattare in Comune: U.O. Amministrativa servizi cimiteriali

 

La scelta della sepoltura, tenuto conto della volontà espressa in vita dal defunto, avviene all'atto della richiesta del servizio funebre ed è subordinata alla disponibilità effettiva del tipo di sepoltura.
Le diverse modalità di sepoltura:

Inumazione nel campo comune
si tratta di sepoltura temporanea, per un periodo non inferiore a dieci anni, in campi appositamente destinati.

Cremazione
al termine del trasporto funebre, a seguito di rilascio di autorizzazione amministrativa, la salma viene cremata e le ceneri possono essere tumulate in una sepoltura privata, oppure disperse nel cinerario comune, affidate ai familiari, disperse in apposita area cimiteriale, in natura o in aree private.
La dispersione delle ceneri è consentita unicamente in aree a ciò appositamente destinate all´interno dei cimiteri o in natura o in aree private, all´aperto e con il consenso dei proprietari dei luoghi dove la dispersione avviene e non può comunque dare luogo ad attività aventi fine di lucro. La dispersione in mare, nei laghi e nei fiumi è consentita nei tratti liberi da natanti e da manufatti, nel rispetto delle disposizioni vigenti.
La dispersione in aree demaniali o soggette a particolari forme di tutela avviene secondo le modalità prescritte dall'autorità amministrativa competente. La dispersione delle ceneri è in ogni caso vietata nei centri abitati, come definiti dall'art. 3, comma 1, n. 8 del Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 (nuovo codice della strada).

Tumulazione
per la tumulazione, il feretro viene collocato in una sepoltura privata ovvero:

  • in un manufatto assegnato in concessione temporanea (colombaro) per un periodo di anni che varia da 50 anni per le concessioni emesse prima del 1 febbraio 2017 a 30 anni per quelle emesse dopo questa data
  • in un posto di diritto in sepoltura a concessione perenne
  • in aggiunta ad altra salma in manufatto già concesso (in questo caso il diritto al sepolcro termina allo scadere della concessione)

Attuale disponibilità di manufatti da assegnare in concessione

  • colombari (in concessione per trent'anni) per la tumulazione di salme - (attualmente XII Lotto Ponente)
  • cellette ossario (in concessione per un periodo di sessant'anni) per la tumulazione di resti mortali e ceneri - (attualmente XII Lotto Ponente)

Sono altresì disponibili, da assegnare in concessione temporanea e in regime di premorienza, cellette per resti ossei / urne cinerarie o colombari retrocessi previa verifica dei seguenti requisiti essenziali da possedere al momento della sottoscrizione dell'istanza di concessione:

  • per i manufatti denominati "colombari" che la salma abbia titolo, ai sensi del vigente regolamento di polizia mortuaria, ad essere sepolta nel Cimitero di Zinola ovvero essere nata, morta o aver avuto in vita residenza nel Comune di Savona
  • che al momento della presentazione dell'istanza di concessione, il richiedente abbia compiuto l'ottantesimo anno di età

Per le salme di persone indigenti, o appartenenti a famiglie bisognose o per le quali vi sia stato disinteresse da parte dei familiari, è garantita gratuitamente la sepoltura (inumazione in campo comune o cremazione con conseguente collocazione nel cinerario comune) con riserva di verificare a posteriori l'esistenza di persone eventualmente obbligate al pagamento del servizio.

Trasporto in altro comune o all'estero

Il trasporto della salma in un altro comune è autorizzato dal sindaco (dirigente del settore) previa richiesta in carta bollata attualmente in vigore.
Il trasporto di una salma all'estero è autorizzato dal sindaco (dirigente del settore) a mezzo:

  • PASSAPORTO MORTUARIO se la salma è diretta in uno dei Paesi aderenti alla Convenzione di Berlino: (Austria, Belgio, Cile, Egitto, Francia, Germania, Italia, Messico, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Democratica del Congo-Ex Zaire, Romania, Slovacchia, Svizzera, Turchia)
  • AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO ALL'ESTERO se la salma è diretta in uno dei Paesi non aderenti alla Convenzione. In questo caso, oltre alla richiesta in bollo sopra menzionata, occorre anche il nulla osta all'introduzione della salma nel paese estero rilasciato dall'Autorità consolare del Paese straniero in Italia.
torna all'inizio del contenuto