2093835345

Chi contattare in Comune: U.O. Amministrativa servizi cimiteriali

 

La tumulazione consiste nella sepoltura di una salma, di resti ossei o ceneri in un colombaro, celletta, loculo cinerario, tomba di famiglia, in concessione temporanea (le concessioni rilasciate prima del giugno 1973 sono perpetue). La concessione dei manufatti cimiteriali viene rilasciata su presentazione di domanda resa legale e previo pagamento della relativa tariffa in vigore.
La concessione dei colombari (per salme) può essere richiesta soltanto al momento del decesso, mentre per quanto riguarda i loculi cinerari, ne può essere richiesta la concessione da parte dei cittadini che abbiano superato l'ottantesimo anno di età.
Se la tumulazione avviene in un manufatto già in concessione e la salma va ad occupare un posto di diritto la tariffa da corrispondere è quella relativa alle opere in muratura. Se invece viene occupato un posto oltre la capienza per la quale era stata autorizzata la concessione deve essere corrisposta apposita tariffa definita "aggiunta salma" (egualmente per ceneri o resti ossei).
La richiesta dei servizi sopra citati è subordinata alla presentazione di domanda in carta resa legale.

Colombari
sono manufatti destinati ad accogliere le salme. La domanda, in carta resa legale, per la loro concessione può essere presentata solo ed esclusivamente in presenza di salma - salvo eccezioni - ed ha durata di trent'anni. Su domanda, in carta resa legale, del concessionario o di aventi titolo possono essere collocati in aggiunta - in base alla capienza del manufatto - cassette contenenti resti e/o urne cinerarie; tale operazione è soggetta al pagamento dell'apposita tariffa. Allo scadere della concessione originaria (cinquanta anni dal pagamento) le cassette e/o urne cinerarie in aggiunta, seguiranno la destinazione del feretro. I colombari vengono assegnati in base alla disponibilità e nelle singole file da sinistra a destra, senza soluzione di continuità: di norma si procede ad esaurire una facciata del fabbricato prima di procedere con la messa in concessione delle successive. La lastra di chiusura viene fornita dal Comune per garantire l'uniformità estetica del lotto; per le scritte e gli ornamenti funebri bisogna rispettare le misure e i materiali indicati nelle disposizioni regolamentari.
Allo scadere della concessione o nel caso di traslazione della salma tumulata, il colombaro torna nella disponibilità del Comune, che provvederà a riassegnarlo in concessione.

Tombe
Il vigente regolamento comunale definisce le tombe come "sepolture private a tre o più posti". Nelle aree cimiteriali, soprattutto in quella monumentale di Zinola, le tipologie si differenziano in base all'anno di costruzione e alle nuove tecniche volute dal legislatore:

  • costruzioni a sterro ovvero con una parte rialzata rispetto al piano circostante e la parte sottostante interrata costituita da colombari
  • colombari contigui raggruppati
  • colombari posti sotto i pavimenti, negli atrii, angoli, ecc
  • costruzioni ad edicola, ovvero completamente esterne 
  • tombe a campo con ossario dedicato

La durata delle concessioni successive al 1973 è di novantanove anni, quelle antecedenti a tale data, sono perpetue e sono in numero considerevole nei tre cimiteri cittadini.
Spetta al concessionario, all'atto della concessione, stabilire la destinazione del manufatto ovvero stabilire per quali salme, resti o ceneri, il sepolcro è stato individuato, indipendentemente da vincoli di parentela o affinità e quindi anche con riferimento ad estranei.
I concessionari dei sepolcri devono avere cura della buona conservazione degli stessi: a tale scopo dovranno provvedere alla pulizia e alle eventuali opere di manutenzione e restauro a proprie spese. L'inadempienza di quanto sopra prescritto potrà portare alla decadenza della concessione. (art. 88 Regolamento Comunale dei Servizi Cimiteriali).
Per le eventuali opere di restauro che modificano la capienza o comunque il progetto originario dei sepolcri in concessione, deve essere presentata motivata domanda in carta resa legale al sindaco; conseguentemente il dirigente del competente settore rilascia la relativa autorizzazione su conforme parere dell'Ufficio Concessioni Cimiteriali nonché dell'Ufficio Tecnico Comunale.

Cellette
Le cellette sono manufatti destinati alla tumulazione dei resti di salme inumate nei campi comuni per le quali gli interessati ne hanno chiesto l'esumazione, possono anche contenere cassette di ceneri. La concessione può essere chiesta a prescindere dalla immediata necessità di utilizzo, ma si consiglia di farlo al momento della tumulazione.
La durata della concessione è di 60 anni salvo quelle concesse prima del giugno 1973, che sono perpetue.
Le cellette nelle nuove costruzioni sono a un posto, nel caso vi fosse spazio per l'eventuale tumulazione di una seconda cassetta, tale tumulazione è soggetta alla tariffa di aggiunta. Nei vecchi manufatti esistono cellette a due o più posti, le quali sottostanno alle norme stabilite per le sepolture private.

Loculi
I loculi sono particolari cellette, dalle dimensioni ridotte, destinate alla tumulazione delle sole ceneri. Si trovano tutte all'interno dell'ara crematoria. La concessione può essere chiesta a prescindere dalla immediata necessità di utilizzo, da chi ha compiuto l'ottantesimo anno di età. 
La durata della concessione è di 60 anni salvo quelle concesse prima del giugno 1973 che sono perpetue.
I loculi di nuova costruzione sono a più posti ma la tariffa di concessione iniziale prevede la tumulazione di una sola urna cineraria. Nel momento in cui successivamente fosse tumulata un'altra urna cineraria, previa verifica dimensionale del loculo, tale operazione è soggetta ad una nuova tariffa. Nei vecchi manufatti esistono loculi a più posti, la gestione dei manufatti a più di un posto sottostà alla norme stabilite per le sepolture private.
Attualmente la disponibilità di loculi è limitata non essendoci tutte le file disponibili pertanto è necessario, al momento della scelta, verificare con l'ufficio concessioni cimiteriali quali loculi siano in concessione.

torna all'inizio del contenuto