765761324

Chi contattare in Comune: Ufficio Ambiente

 

In base alla normativa vigente tutti gli scarichi devono essere preventivamente autorizzati.
La fossa Imhoff è un dispositivo utilizzato per il trattamento dei liquami nei piccoli o medi impianti di depurazione.
E' consentito il suo utilizzo per qualsiasi insediamento esistente, civile o produttivo, se sito ad una distanza superiore ai 150 metri lineari dalla pubblica fognatura e con un dislivello superiore a 10 metri tra la fognatura e la quota dell’insediamento stesso, per gli immobili di nuova costruzione le suddette distanze sono determinate in metri lineari 300 di distanza e metri 20 di dislivello.
Nel caso in cui non sussistano i parametri sopra menzionati si ha l’obbligo di allaccio alla fognatura comunale; possono però essere esentati dall’obbligo di allaccio quegli insediamenti che ne facciano richiesta in caso di notevoli impedimenti tecnici e/o eccessivi oneri finanziari di allaccio; l’istanza di autorizzazione allo scarico non recapitante in pubblica fognatura dovrà essere supportata da idonea documentazione atta a dimostrare dette condizioni.
L'art. 74 del D.Lgs. 152/06 comma 1 lettera g) riporta la definizione di acque reflue domestiche: acque reflue provenienti da insediamenti di tipo residenziale e da servizi e derivanti prevalentemente dal metabolismo umano e da attività domestiche.
Per poter individuare la giusta modulistica da utilizzare è necessario sapere se lo scarico è domestico oppure assimilato al domestico.

Iter procedurale
Nuova istanza scarichi domestici o assimilabili
1. presentazione istanza “Domanda di autorizzazione definitiva per scarichi derivanti da insediamenti civili o assimilabili, che non recapitano nella pubblica fognatura” correlata di documentazione tecnica
2. esame dell´istanza
3. rilascio Autorizzazione Definitiva della durata di 4 anni
 
Rinnovo autorizzazione scarichi assimilabili ai domestici
1. un anno prima della scadenza dell'autorizzazione presentare l'istanza di rinnovo “Richiesta rinnovo autorizzazione scarico acque reflue non recapitante in pubblica fognatura”
2. esame dell'istanza
3. rilascio Autorizzazione Definitiva della durata di 4 anni
 
Rinnovo autorizzazione scarichi domestici
Con Determinazione Dirigenziale N° 971 del 22/10/2022 è stata approvata la nuova procedura per il rinnovo tacito delle Autorizzazioni allo scarico delle acque reflue domestiche in sostituzione della Determinazione Dirigenziale N° 3224 del 04/09/2018.

Nel caso in cui:
- gli scarichi di acque reflue domestiche siano provenienti da insediamenti adibiti ad abitazione e relative pertinenze e per un numero di abitantio inferiore a cinquanta;
non intervengono variazioni significative delle caratteristiche dello scarico o, più in generale, della tipologia del sistema di trattamento e di smaltimento dei reflui. In particolare si ritengono non significative le variazioni che non modificano la classificazione dello scarico, l'ubicazione e il tipo di sacrico, il tipo di trattamento utilizzato, il numero massimo di abitanti equivalenti allacciati all'impianto di trattamento, il numero o l'edentificativo catastale degli immobili che risultano autorizzati allo scarico;
- l'ultima autorizzazione allo scarico risultava essere ancora valida alla data del 07/06/2017 o successiva;
Non sarà più necessaria alcuna presentazione di richiesta di rinnovo in quanto le autorizzazioni allo scarico saranno considerate tacitamente rinnovate di quattro anni in quattro anni a far data dalla scadenza di ogni singolo provvedimento.

Nel caso in cui le condizioni sopra elencate non siano rispettate occorrerà invece presentare nuovamente “Domanda di autorizzazione definitiva per scarichi derivanti da insediamenti civili o assimilabili, che non recapitano nella pubblica fognatura”

Modifiche all'impianto di tipo imhoff sia nel caso di scarichi domestici o assimilabili ai domestici:
1. presentazione istanza “Domanda di autorizzazione definitiva per scarichi derivanti da insediamenti civili o assimilabili, che non recapitano nella pubblica fognatura” correlata di documentazione tecnica
2. esame dell'istanza
3. rilascio Autorizzazione Definitiva della durata di 4 anni
 
Cambio di proprietà dell'immobile causa successione/compravendita:
1. presentazione istanza di voltura “Richiesta voltura autorizzazione scarico acque reflue non recapitanti in pubblica fognatura”
2. esame della pratica
3. volturazione dell'autorizzazione

DOCUMENTI
Per scarichi domestici e assimilabili ai domestici
Domanda di autorizzazione definitiva per scarichi derivanti da insediamenti civili o assimilabili, che non recapitano nella pubblica fognatura
Richiesta voltura autorizzazione scarico acque non recapitanti in pubblica fognatura

Solo per scarichi assimilabili al domestico
Richiesta rinnovo autorizzazione scarico acque reflue non recapitante in pubblica fognatura
Richiesta rinnovo e voltura autorizzazione scarico acque reflue non recapitanti in pubblica fognatura

  • Norme generali da rispettare per la corretta conduzione di fosse Imhoff
  • Linee guida per l'istruttoria autorizzativa dei sistemi di trattamento delle acque reflue domestiche ed assimilate
  • L.R. N° 12 del 6 giugno 2017 art. 21 Norme in materia di qualità dell'aria e di autorizzazioni ambientali
  • Determinazione Dirigenziale N° 971 del 22/10/2022 Nuova procedura per il rinnovo tacito scarichi acque reflue domestiche non recapitanti in pubblica fognatura

 


Documenti
  • 15 Gennaio 2019
     
     
     
     
  • 15 Gennaio 2019
     
     
     
     
  • 15 Gennaio 2019
     
     
     
     
  • 31 Ottobre 2018
     
     
     
     
  • 31 Ottobre 2018
     
     
     
     
  • 31 Ottobre 2018
     
     
     
     
  • 31 Ottobre 2018
     
     
     
     

torna all'inizio del contenuto