8 luglio 2015 - Ricordo di Milena Milani nel secondo anniversario della sua scomparsa

Sommario delle sezioni presenti


torna su

8 luglio 2015 - Ricordo di Milena Milani nel secondo anniversario della sua scomparsa

MilenaMilani

La Fondazione Museo di Arte Contemporanea Milena Milani in memoria di Carlo Cardazzo ricorda la grande scrittrice e artista savonese nel secondo anniversario della sua scomparsa avvenuta il 9 luglio 2013.


La Fondazione Museo di Arte Contemporanea Milena Milani in memoria di Carlo Cardazzo ricorda la grande scrittrice e artista savonese Milena Milani, protagonista assoluta della cultura italiana del dopoguerra, nel secondo anniversario della sua scomparsa, avvenuta il 9 luglio 2013. “Anche quest'anno ricordiamo Milena con un piccolo ma sentito gesto d'affetto da parte dei consiglieri della Fondazione” spiega l'Assessore alla Cultura del Comune di Savona Elisa Di Padova, che è anche Consigliere nella Fondazione presieduta da Silvio Riolfo Marengo, insieme a Paolo Apicella, Simona Poggi, Lorenza Rossi, Michela Savaia, Mario Tassinari, Roberto Giannotti. Prosegue l'Assessore Di Padova “Come l'anno scorso, nella giornata dell'anniversario che cade domani giovedì 9 luglio 2015 sarà possibile, negli orari di apertura del Museo, entrare gratuitamente a Palazzo Gavotti sia al mattino che alla sera, in occasione dei Giovedì di luglio, per visitare sia le collezioni della Pinacoteca Civica sia quella della Fondazione”. Il Presidente della Fondazione Silvio Riolfo Marengo sottolinea “Anche quest'anno ricorderemo Milena con la nostra presenza nelle sale della Fondazione, saremo a disposizione del pubblico sia al mattino, alle ore 10,30, sia alla sera, alle ore 21 per ricordarla in mezzo alle opere che ha messo a disposizione della città”. Alcuni dei consiglieri saranno presenti nelle sale della Fondazione secondo la loro disponibilità, in uno dei due orari (il Presidente Riolfo alle 10,30 al mattino) a disposizione del pubblico per raccontare aneddoti su Milena o sulle opere esposte, un incontro informale e libero come era nello spirito ribelle di Milena Milani.