1355911785

Chi contattare in Comune: U.O. Stato Civile

 

DECESSO IN ABITAZIONE (PER CAUSE NATURALI)

Occorre contattare nel più breve arco temporale possibile il medico curante o, qualora fosse irreperibile, l'112 per la constatazione del decesso. Il medico curante va comunque interpellato per la compilazione del certificato Istat recante la causa di morte.
La dichiarazione di morte deve essere fatta entro le ventiquattro ore dal decesso all'Ufficiale dello Stato Civile dove l'evento è avvenuto e va effettuata dai congiunti, da una persona convivente con il defunto, da persone informate del decesso o da persona delegata dagli aventi diritto (ad esempio dalla ditta di onoranze funebri) alle quali può eventualmente essere attribuito il disbrigo degli ulteriori adempimenti.
Il comune, dopo 15 ore dal decesso, invierà il medico necroscopo per l'accertamento della morte e per la compilazione del relativo certificato da consegnare all'Ufficiale di Stato Civile, documento indispensabile per il rilascio dell'autorizzazione al trasporto e alla sepoltura del deceduto.

DECESSO IN OSPEDALE

L'amministrazione ospedaliera provvede alla verifica della causa del decesso, alla denuncia di morte e alle relative comunicazioni agli uffici competenti.
Gli interessati, se lo ritengono opportuno, possono rivolgersi a una ditta di onoranze funebri al fine di avviare le procedure di commiato.

DECESSO IN CASA DI CURA

Gli adempimenti da avviare sono gli stessi del decesso in ospedale. Il Comune, in questa circostanza, è tenuto a richiedere l'intervento del medico necroscopo per l'accertamento di morte - decorse 15 ore dal decesso - per la compilazione del relativo certificato da consegnare all'Ufficiale di Stato Civile.

DECESSO PER MORTE VIOLENTA O ACCIDENTALE O IN LUOGO PUBBLICO

Occorre contattare tempestivamente il numero unico di emergenza 112.
Le procedure di commiato potranno aver luogo una volta conclusi di tutti gli obblighi di legge previsti.

Tags: ,