1165964674

 

 

 

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

 

 

Azione 1 Avviamento progettuale

L'Azione è finalizzata ad assicurare il corretto e coordinato svolgimento delle attività previste, organizzare gli incontri di coordinamento, predisporre i documenti di lavoro condivisi e le attività di coordinamento necessarie al superamento delle problematiche tecniche e amministrative in corso d’opera.Prevede, inoltre, la realizzazione di incontri territoriali di animazione e comunicazione del progetto e la supervisione delle attività condotte da Tavoli Tecnici (Tirocini / Percorsi di inclusione Sociale / Coterapie / Gestione Sociale del Verde / Attivazione Misure di Accompagnamento) al fine di garantire il rispetto delle tempistiche e la direzione delle attività.

 

Azione 2 Gestione progettuale

L'Azione è finalizzata ad assicurare il corretto e coordinato svolgimento delle attività previste, organizzare gli incontri di coordinamento, predisporre i documenti di lavoro condivisi e le attività di coordinamento necessarie al superamento delle problematiche tecniche e amministrative in corso d’opera.Prevede, inoltre, la realizzazione di incontri territoriali di animazione e comunicazione del progetto e la supervisione delle attività condotte da Tavoli Tecnici (Tirocini / Percorsi di inclusione Sociale / Coterapie / Gestione Sociale del Verde / Attivazione Misure di Accompagnamento) al fine di garantire il rispetto delle tempistiche e la direzione delle attività.

 

Azione 3 WorkExperience

L’Azione è finalizzata alla creazione di un percorso di inclusione sociale attiva e si concretizzerà con l'attivazione di 15 tirocini da 400 euro della durata di 3 mesi per i soggetti svantaggiati individuati.L'attività si incentra sulla progettazione di servizi funzionali al re-inserimento e mantenimento lavorativo nei processi agricoli di persone a bassa contrattualità, in una logica di giustizia sociale con una formazione indirizzata alla valorizzazione delle colture tipiche. ll progetto vuole contribuire alla costituzione di una filiera di economia solidale, mediante la promozione del contenuto etico dei prodotti generati dal GC e la loro commercializzazione (anche promuovendo forme associative e cooperative tra le aziende e tra queste e i GAS e il circuito del commercio equo e solidale) ed eventuale utilizzo negli enti pubblici, scuole e strutture sanitarie.

 

Azione 4 Percorsi di Inclusione Sociale

L’Azione è di supporto alle aziende agricole rurali e peri-urbane nelle procedure necessarie per la ridefinizione delle attività extra-agricole in interazione con la programmazione sociale. Le attività saranno improntate a testare un sistema di welfare finalizzato al benessere delle persone ed alla realizzazione di comunità accoglienti e di attività sociali in contesti agricoli, creando una rete di offerte e opportunità consolidate, ripetibili e diffuse.

 

Azione 5 Coterapie

L’Azione, proponendo attività a contatto con piante e animali, contribuisce al miglioramento del benessere individuale e delle condizioni di salute delle persone coinvolte in processi terapeutici, riabilitativi e di cura.Le attività proposte contribuiscono alla diversificazione dei servizi offerti nelle Aziende Agricole e a valorizzare l’agricoltura multifunzionale nel campo dei servizi alla persona. Le attività verranno realizzate adottando tecniche di stakeholder engagement (ossia coinvolgimento consapevole e responsabile degli attori chiave) e tecniche di progettazione partecipativa (ossia confronto strutturato di più attori finalizzato a generare decisioni condivise). L'azione sarà progettata in modo da garantire il benessere animale, le autorizzazioni necessarie e la formazione degli operatori dedicati alle coterapie.

 

Azione 6 Gestione sociale del verde

L’Azione intende riconvertire le aree verdi degradate permettendo alle aziende agricole di riconnettere in modo sinergico persone, pratiche, patrimoni storico-ambientali ed esercizi di innovazione sociale. Le aziende agricole, in una logica di economia di scopo, possono valorizzare risorse fisiche e processi produttivi aprendole, però, all’uso del sociale attraverso la definizione di tariffe per l'utilizzo dei servizi predisposti nelle aree verdi a gestione sociale.

 

Azione 7 Rendicontazione

L’Attività di rendicontazione è finalizzata al riconoscimento totale delle spese presentate da ciascun partner del gruppo di cooperazione. L’Amministrazione e la segreteria amministrativa del partner capofila garantiscono un’idonea gestione amministrativa e finanziaria.Tale attività è un'azione sempre necessaria nella realizzazione di un progetto, poiché ha lo scopo di monitorare periodicamente la coerenza e la rispondenza finanziaria e contabile tra le spese previste e quelle effettivamente realizzate, sia in itinere che al termine delle attività. Rappresenta, inoltre, un obbligo formale, poiché il progetto, se positivamente valutato, viene realizzato con il contributo di fondi pubblici.

 

Azione 8 Monitoraggio Valutazione Progettuale

L’Azione racchiude tutte le attività che vengono messe in atto per assicurare la corretta realizzazione del progetto attraverso il controllo e la gestione dei principali fattori che contribuiscono alla sua conduzione (timing attività, rilascio prodotti/output, impegno risorse di staff, impegno e controllo risorse finanziarie, gestione della comunicazione interna ed esterna). L'azione, trasversale al progetto, è finalizzata alla valutazione in progress ed ex post di tutte le azioni progettuali. La fase conclusiva di questa azione prevede la redazione di un Bilancio Sociale e della valutazione dell'impatto del progetto. L'azione si concluderà con un evento finale organizzato in forma di convegno in cui saranno illustrati l'impatto e il valore etico, economico e sociale del progetto e sarà dato spazio alla condivisione e diffusione di risultati, esperienze, testimonianze e best practices.

 

Azione 9 Workshop

L’Azione ha come obiettivo quello di mostrare, attraverso attività di animazione, la fattibilità e l'attuazione in campo e in azienda delle iniziative proposte, nonché i benefici reali per gli utenti appartenenti alle fasce deboli, che potranno essere resi partecipi delle iniziative.Si prevedono workshop e animazioni riferite a diversi temi:Orticoltura e piante aromatiche con preparazione letto di semina, messa a dimora varietà autoctone, adozione buone pratiche agricole;Ippoterapia con istruttori abilitati, gestione del cavallo in scuderia e in campo addestramento;Attività assistita con animali e messa in atto di corrette tecniche di allevamento e di recupero degli incolti attraverso il pascolo turnato (il gregge/la mandria come laboratorio itinerante);Attività Educative in natura (funzione sociale dei boschi e dei giardini);Recupero terreni incolti attraverso allestimento, organizzazione e programmazione degli interventi; realizzazione del cantiere di lavoro - la rimessa in coltura di superfici abbandonate ha valenze sia agricole che sociali.

 

Azione AST Accordo ServizioTerritoriale

A conclusione del progetto il GC presenterà un Accordo di Servizio Territoriale al fine di formalizzare un legame contrattuale che proietti la continuità dei servizi oltre la durata del progetto stesso, per almeno un anno. L’Azione può dare sostenibilità futura allo sviluppo rurale in termini di servizi socio-terapeutici innovativi, coesione sociale, sviluppo economico sostenibile. L’Accordo di Servizio Territoriale permetterà al GC di assumere rilevanza duratura anche come pratica di innovazione sociale, in quanto accanto all’offerta di servizi nuovi in risposta a bisogni emergenti offre percorsi innovativi di costruzione dei servizi stessi, che vedono il coinvolgimento e la partecipazione attiva di più soggetti, con la creazione di reti formali e informali, che contribuiscono a vario titolo all’ideazione, concretizzazione e sviluppo delle pratiche stesse di Agricoltura sociale.

 

Azione PCP Piano Comunicazione Progettuale

La strategia di comunicazione e disseminazione definisce la struttura e il contenuto dei messaggi da veicolare al fine di aumentare la visibilità del progetto e condividere e trasferire i risultati in una prospettiva di replicabilità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto