1898197232

chi contattare in Comune: Servizio Promozione Sociale, Via Quarda Inferiore n. 4 - II piano (per fissare un appuntamento telefonico tel. 019/83105500 dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00).

 ASSEGNO UNICO UNIVERSALE - MISURA TEMPORANEA 2021

 In attesa dell'entrata in vigore a regime dell'assegno unico universale prevista da gennaio 2022, dal 1° luglio al 31 dicembre 2021 l'Inps gestirà il cosiddetto “assegno temporaneo per i figli minori” erogato su base mensile, ai sensi del Decreto-legge 8 giugno 2021, n. 79. Tale assegno verrà erogato, in presenza di figli minori di anni 18, inclusi i figli minori adottati e in affido preadottivo, ai nuclei familiari che non abbiano diritto all'ANF (assegno al nucleo familiare).

Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio il richiedente dovrà essere in possesso congiuntamente dei seguenti requisiti:

a)  con  riferimento  ai  requisiti  di  accesso,   cittadinanza, residenza e soggiorno, il richiedente l'assegno dovrà cumulativamente: 
1) essere cittadino italiano o di uno Stato membro  dell'Unione europea, o suo familiare, titolare del diritto  di  soggiorno  o del diritto di soggiorno 
permanente
, ovvero essere cittadino di uno Stato non appartenente all'Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per
soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno
semestrale;
2) essere soggetto al pagamento dell'imposta sul reddito in Italia; 3) essere domiciliato e residente in Italia ed avere i figli a carico sino al compimento del diciottesimo anno d'eta'; 4) essere residente in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, ovvero essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato
o a tempo determinato di durata almeno semestrale;
b) con riferimento alla condizione economica, il nucleo familiare del richiedente dovrà essere in possesso di un Indicatore della Situazione Economica
Equivalente (ISEE) in corso di validita'. La soglia massima di ISEE per poter usufruire della misura é fissata ad euro 50.000,00=.

Per l’assegno ponte si potrà fare domanda dal 1° luglio al 31 dicembre 2021, una sola volta per ciascun figlio, attraverso i seguenti canali:

portale web dall'apposito servizio sulla home page del sito www.inps.it se si é in possesso di codice PIN rilasciato entro il 1° ottobre 2020 oppure di SPID di livello 2 o superiore o di Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE) o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS);

Contact Center Integrato chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o 06 164.164 (a pagamento da rete mobile);

i Patronati.

 

Chi presenterà domanda entro il 30 settembre 2021, potrà richiedere gli arretrati dal mese di luglio mentre chi presenterà domanda successivamente inizierà a fruire dell’assegno solo a partire dal mese di presentazione della domanda. Gli importi verranno erogati direttamente da Inps sull’Iban indicato nella domanda ovvero mediante bonifico domiciliato. In caso di affido condiviso dei minori, l'assegno puo' essere accreditato in misura pari al 50 per cento sull'Iban di ciascun genitore. Per i nuclei familiari percettori di Reddito di cittadinanza, l'INPS corrisponderà d'ufficio l'assegno congiuntamente ad esso e con le modalita' di erogazione del Reddito di cittadinanza, fino a concorrenza dell'importo dell'assegno spettante in ciascuna mensilita'. L'assegno non concorre alla formazione del reddito

L'importo dell'assegno verrà determinato in base alla tabella consultabile al sottoriportato link, la quale individua le soglie ISEE ed i corrispondenti importi mensili dell'assegno temporaneo per ciascun figlio minore, in relazione al numero degli stessi. Gli importi vengono maggiorati di 50 euro per ciascun figlio minore con disabilita'.

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/06/08/21G00090/sg