Sommario delle sezioni presenti


torna su

Notizie dal Comune

03.11.2017 - PROGETTO “QUARTA CATEGORIA” DI FIGC E LEGA SERIE A TIM SPORT E DISABILITÀ, PRESENTATA LA SQUADRA US PRIAMAR 1942 LIGURIA

PROGETTO “QUARTA CATEGORIA” DI FIGC E LEGA SERIE A TIM SPORT E DISABILITÀ, PRESENTATA LA SQUADRA US PRIAMAR 1942 LIGURIA
Parte da Savona l'avventura della squadra che parteciperà al torneo di calcio a 7 per ragazzi con disabilità cognitive e relazionali

È stata presentata oggi a Savona, nella Sala Rossa del Palazzo Municipale alla presenza del Sindaco Ilaria Caprioglio e dell'Assessore allo Sport Maurizio Scaramuzza, la squadra “US Priamar 1942 Liguria”, che parteciperà al progetto istituito dalla FIGC – Federazione Italiana Gioco Calcio, primo torneo di calcio a 7 dedicato esclusivamente a ragazzi con disabilità cognitive e relazionali, nato grazie al lavoro di sinergia tra (Aiac, Aia, Aic, Lega Serie A, Lega Serie B, Lega Pro, Lnd, Figc e Csi).

Il torneo “Quarta Categoria” - “Io voglio giocare a calcio” è stato presentato e approvato in Senato a gennaio 2017. L'obiettivo del progetto è  promuovere lo sport offrendo l'opportunità di praticarlo senza alcun tipo di barriera e con modalità adeguate alle singole capacità di ciascuno.

In Liguria, le squadre partecipanti sono: Polisportiva Spezzina; Bic Genova; Divertime Genova; Isforcoop Genova; US Priamar 1942 Liguria.

La società US Priamar 1942 Liguria ha tesserato 10 atleti speciali savonesi che, adottati dal club professionistico di Serie B Virtus Entella, parteciperanno al campionato che prenderà il via l'11 novembre 2018. “È un progetto reso possibile dalla collaborazione tra US Priamar 1942 Liguria, società storica di Savona con 160 iscritti, e la prestigiosa società Virtus Entella, un'iniziativa che serve a favorire lo sport e l'integrazione. Ringrazio il Comune di Savona per la sensibilità dimostrata e tutte le realtà coinvolte che rendono possibile questa iniziativa”, ha dichiarato Gianfranco Pusceddu, responsabile area tecnica dell'US Priamar. “Il Comune di Savona si è reso disponibile fin dal primo giorno per supportare questo progetto, mettendo a disposizione le proprie strutture per gli atleti”, ha affermato l'Assessore allo Sport del Comune di Savona Maurizio Scaramuzza. “Ringrazio la società US Priamar per averci sottoposto questa proposta, è un'iniziativa che condividiamo, crediamo molto nel connubio tra sport e disabilità all'insegna dell'inclusione, come dimostrato dal successo dei Giochi Paralimpici Europei Giovanili svoltisi qui a Savona nelle scorse settimane”.

“Come Virtus Entella ringraziamo tutti i ragazzi per l'opportunità: è un onore poter fare indossare le nostre divise a campioni come voi”, ha aggiunto Andrea Catellani, dirigente e scouting della Virtus Entella, che ha portato i saluti del Presidente Gozzi.. “Lo sport, quando applicato nel modo giusto, dimostra di essere uno strumento formidabile. Questo è l'inizio di un percorso emozionante: da oggi non abbiamo solo più la nostra prima squadra per cui fare il tifo, ma anche voi, che giocate in serie A”. “Il CONI è vicino a voi: oggi andate a rappresentare Savona e la Liguria intera”, ha aggiunto Roberto Pizzorno, delegato CONI, rivolgendosi ai ragazzi. “Complimenti alla Federcalcio e a tutti coloro che hanno dato vita a questa iniziativa”. “Desideriamo implementare il calcio in tutte le loro forme. Siete un campionato di serie A, rappresentate una squadra professionistica. Il presidente Tavecchio e la federazione credono molto in queste iniziative. A voi auguro il massimo dei risultati e di divertirvi”, ha detto Franco Rebella, consigliere regionale FIGC.

Alla presentazione sono intervenuti anche Francesco Guzzardi, delegato Quarta Categoria Liguria, e Pietro Garilli della sezione A.I.A. di Chiavari.

Nel corso della presentazione, ha portato i saluti dell'Amministrazione Comunale anche il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio: “Ci tenevo particolarmente a essere qui oggi, stiamo lavorando molto sull'aspetto dello sport e dell'inclusione. È importante per i nostri giovani far veicolare il concetto che lo sport è palestra di vita, inclusione, può aiutare tutti. Lo sport insegna il rispetto, per le regole del gioco, per i compagni di squadra, per gli avversari e trasmette il concetto fondamentale della resilienza”. Dopo i saluti dei presenti, sono state consegnate le divise ai giocatori savonesi che disputeranno il torneo “Quarta Categoria”.