Sommario delle sezioni presenti


torna su

Gli appuntamenti in città

CONFERENZA

Progetto Abit-abile, Fondazione Azimut Onlus insieme a Caritas e Rotary contro l’emergenza abitativa

alle ore 16:30

il 11.06.2018 - Sala Rossa - Palazzo Comunale

Lunedì 11 giugno 2018 verrà presentato presso la Sala Rossa del Comune di Savona alle ore 16.30 il progetto  Abit-abile  alla presenza del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, di Fiorenza Dalla Rizza di Fondazione Azimut Onlus,  di  Marco Berbaldi direttore di  Fondazione ComunitàServizi ente gestore Caritas diocesana Savona e Noli  e di Giorgio Sogno presidente Rotary club di Savona.
Il progetto è stato ideato da Fondazione Azimut Onlus (con il supporto su Savona di Alberto Becchi, wealth manager di Azimut Capital Management SGR SpA) che ne costituisce il principale finanziatore; da Fondazione ComunitàServizi ente gestore Caritas diocesana Savona e Noli con il ruolo di segnalatore dei possibili beneficiari del progetto e monitoraggio delle attività per il tramite di personale dedicato; da Rotary Club Savona che, con il lavoro volontario di alcuni professionisti, ha fornito supporto tecnico, legale e amministrativo.
L’iniziativa nasce da una riflessione sul crescente disagio abitativo che colpisce ampi strati di cittadinanza a rischio povertà e ha l’obiettivo di fornire sostegno abitativo a nuclei familiari e individui che non possono accedere all’edilizia pubblica per i più diversi motivi e sono in grave difficoltà a trovare un alloggio sostenibile sul mercato. 
Il meccanismo individuato per aiutare questi soggetti deboli si avvale di:
un fondo di garanzia per la morosità incolpevole che costituisce un incentivo ai proprietari di alloggi ad affittare a canone agevolato anche a soggetti che non dispongono di adeguate credenziali economiche;
un fondo di microcredito per aiutare i locatari individuati a sostenere le spese di avvio della nuova abitazione;
un secondo fondo di microcredito per aiutare i locatari nell’inserimento sociale nei nuovi quartieri di residenza;
un fondo per l’avvio al lavoro finalizzato all’inserimento sociale di soggetti in situazione di difficoltà lavorativa. Il fondo potrà finanziare sino a sette attivazioni sociali o tirocini (borse lavoro) per ciascun anno.
La presentazione dell’iniziativa è anche finalizzata a sensibilizzare i cittadini di Savona affinché collaborino in particolare modo nella messa a disposizione di alloggi sfitti oppure nella disponibilità ad attivare tirocini lavorativi consentendo ai soggetti inclusi nel progetto di ritrovare una stabilità economica.
Il Comune di Savona ha aderito con entusiasmo al “progetto Abit-Abile” per l’elevato significato sociale dello stesso in ragione delle diverse forme di intervento in cui esso è articolato, rivolte a contrastare da un lato la povertà e le difficoltà lavorative e dall’altro la marginalità e l’esclusione sociale, concedendo anche il proprio patrocinio all'iniziativa. Inoltre il Comune si è reso disponibile a fornire il proprio contributo veicolando il progetto tramite una specifica campagna di sensibilizzazione e di informazione.
Marco Lori, presidente di Fondazione Azimut Onlus, ha così spiegato la scelta di supportare questa iniziativa: “L’emergenza abitativa costituisce uno degli elementi critici della situazione di povertà in Italia. Risolvere il problema abitativo per nuclei familiari e individui in grave difficoltà è spesso il primo passo verso la riconquista dell’autonomia. Per questo abbiamo deciso di sostenere questa iniziativa, come altri progetti analoghi, che ci auguriamo possano essere replicati anche in altre aree sul territorio italiano”.

Fondazione Azimut Onlus, attiva dal 2011, si dedica esclusivamente alla lotta alla povertà. Il principale finanziatore della Fondazione è Azimut Holding SpA che devolve l’1% degli utili annuali alla Fondazione. Attualmente la Fondazione, presieduta da Marco Lori, sta seguendo, in diverse regioni, iniziative nell’area del disagio abitativo e della disoccupazione.