Sommario delle sezioni presenti


torna su

Gli appuntamenti in città

RAPPRESENTAZIONE

Il Furioso all'Isola di San Domingo

alle ore 15:30

il 20.10.2013 - Teatro Chiabrera, Savona

"Il Furioso all'Isola di San Domingo", melodramma 'semiserio' in due atti di Gaetano Donizetti, apre la stagione autunnale dell'Opera Giocosa, domenica 20 ottobre alle ore 15.30, al Teatro Chiabrera di Savona.
L' opera è realizzata su un prezioso bozzetto inedito di Emanuele Luzzati rielaborato da Michele Olcese.
Francesco Esposito firma la frizzante regia; coreografia e assistente alla regia Maria Cerveira. Costumi di Santuzza Calì.
Dirige Giovanni Di Stefano. Orchestra e Coro Bergamo Musica Festival; direttore del coro Fabio Tartari. Realizzazione dei recitativi al fortepiano Carmen Santoro.
Prima Mondiale della nuove versione critica della Fondazione Donizetti di Bergamo a cura di Maria Chiara Bertieri e delle realizzazioni sceniche di Lele Luzzati.
Coproduzione e nuovo allestimento Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti, Teatro dell'Opera Giocosa-ONLUS di Savona, Teatro Luciano Pavarotti di Modena, Teatro Sociale di Rovigo, Teatro Municipale di Piacenza e Ravenna Festival.

Cast: Simone Alberghini (Cardenio), Cinzia Forte (Eleonora), Francesco Marsiglia (Fernando), Leonardo Galeazzi (Bartolomeo), Marianna Vinci (Marcella), Federico Longhi (Kaidamà).
Il genere semiserio è caratterizzato da elementi provenienti sia dall'opera buffa che dall'opera seria - conciliati in giusta misura - con uno o due “mezzi caratteri” e un lieto fine; si afferma in Italia a partire dagli ultimi decenni del Settecento e si protrae fino agli inizi del secolo successivo. Nel corso dell'Ottocento il genere, come tale, si esaurisce: il difficile tentativo di fondere due sistemi lessicali differenti, appunto quello serio e quello comico, porterà all'inevitabile sua trasformazione o “trasfigurazione”. Sarà l'opera seria, infatti, ad accogliere sempre di più al suo interno elementi buffi che creino contrasti dal punto di vista stilistico e sociale , acquistando così una fisionomia più sfaccettata e un più approfondito senso drammatico. Il Furioso è un tipico esempio di melodramma semiserio, alternando con sapienza ed equilibrio – e qui da sottolineare è pure l'abilità del librettista - episodi patetici e comici (anche se sono questi ultimi a prevalere) con in più un pizzico di esotico. Il soggetto pare provenga da alcune pagine del Don Chisciotte di Cervantes, miscelato con l'argomento di una farsa, Il furioso all'isola di San Domingo, con Pulcinella commensale di un pazzo, bersaglio di un frustino e custode mal pratico di due bestie focose”, rappresentata a Napoli nel 1832 e individuata come fonte secondaria.
L'opera donizettiana è un avvicendarsi di situazioni teatrali assai improbabili in cui vengono collocati i personaggi, improbabili pure loro, in un mirabolante turbinio emozionale scandito da inaspettati e gestuali colpi di scena che trascina il tutto ai limiti della totale incredibilità.
Donizetti modellò il ruolo del protagonista sulle qualità vocali, sceniche ma soprattutto espressive di Giorgio Ronconi, primo interprete del Furioso (poi anche del Torquato Tasso), e che terrà a battesimo il Nabucco verdiano. Le due opere donizettiane, il Furioso e il Tasso, alla quale si aggiunge L’esule di Roma (1828), sono caratterizzate da una scena di pazzia per voce grave. Il Furioso, composto tra l'estate e l'inverno del 1832, è la prima opera in cui il compositore prevede una parte davvero importante per il registro di baritono (Cardenio).

La biglietteria, presso il Teatro Comunale Chiabrera, P.zza Diaz, 2 – Savona, avrà i seguenti orari:
dal LUNEDÌ al SABATO dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 19; sarà comunque possibile acquistare il biglietto un’ora prima dello spettacolo e direttamente on line sul sito www.operagiocosa.it
La vendita dei biglietti LAST MINUTE è attivata mezz'ora prima dell'inizio di ogni spettacolo e applicata sui posti disponibili e non prenotati.
Per informazioni, telefonare al numero 019 8485974 oppure al numero 366 6726682.
È possibile scaricare il libretto dell'opera su: http://www.italianopera.org/libretti/l223308.htm