Fondazione Museo di arte contemporanea Milena Milani in memoria di Carlo Cardazzo

Sommario delle sezioni presenti


torna su

Servizi Comunali

Fondazione Museo di arte contemporanea Milena Milani in memoria di Carlo Cardazzo

PABLO PICASSO, Ritratto di Milena


LUCIO FONTANA, Concetto spaziale n. 115
RENE' MAGRITTE, La confidence capitale

Musei civici del Comune di Savona di articolano in più sedi che conservano collezioni diverse:

Museo d'Arte di Palazzo Gavotti, sede della Pinacoteca Civica e della Collezione della Fondazione Museo di Arte Contemporanea Milena Milani Carlo Cardazzo.

Polo museale del Priamàr, sede del Civico Museo Archeologico e della Città e del Museo Sandro Pertini e Renata Cuneo.

 

Nata a Savona, Milena Milani è una delle più note scrittrici italiane, tradotta in numerosi Paesi.
Ha pubblicato romanzi (Storia di Anna Drei, La ragazza di nome Giulio, da cui è stato tratto un film, Io donna e gli altri, La rossa di Via Tadino, Soltanto amore), poesie (Ignoti furono i cieli, Mi sono innamorata a Mosca, Albero, il porto di Savona, La vita colorata ecc.), racconti, saggi (L’angelo nero e altri ricordi, Umori e amori ecc.) e articoli per varie riviste.
Ha tenuto numerose mostre personali in varie città con i suoi quadri – scritti e ceramiche – scritte. Ha fatto parte dello Spazialismo sin dall’inizio di questo Movimento artistico e ha firmato tutti i manifesti. Ha ottenuto premi e riconoscimenti per la sua attività letteraria e artistica. Nel 1988 è stata nominata, da Francesco Cossiga, Grande Ufficiale al merito della Repubblica Italiana.

La Fondazione nasce dal proposito di Milena Milani di creare nella sua città natale una istituzione dove poter ammirare e studiare le opere di artisti italiani e stranieri tra i maggiori del XX secolo: Hans Arp, Victor Brauner, Alexander Calder, Massimo Campigli, Giuseppe Capogrossi, Giorgio de Chirico, Paul Delvaux, Filippo de Pisis, Jean Dubuffet, Lucio Fontana, Franco Gentilini, Asger Jorn, René Magritte, Georges Mathieu, Joan Mirò, Pablo Picasso, Man Ray, Cy Twombly ecc.
Le opere ospitate a Palazzo Gavotti, provenienti dalla sua collezione privata e offerte alla fruizione pubblica attraverso la Fondazione, mostrano un panorama di alto valore culturale e rappresentano una significativa selezione dei più importanti momenti dell’arte contemporanea.

Milena Milani è stata per vent’anni la compagna di Carlo Cardazzo, scomparso nel 1963, grande gallerista di fama internazionale. Veneziano di origine, ligure di adozione, innamorato di Savona e di Albisola, Cardazzo fonda nel 1941 la Galleria del Cavallino a Venezia e nell’immediato dopoguerra apre a Milano la Galleria del Naviglio, conosciuta in tutto il mondo e all’avanguardia nel campo dell’arte, sede storica dello Spazialismo con Lucio Fontana, Giuseppe Capogrossi, Roberto Crippa, Gianni Dova, Virgilio Guidi, Emilio Scanavino, Tancredi ecc. e delle prime mostre in Italia di artisti stranieri quali Jean Dubuffet, Vasilij Kandinskij, Joan Mirò, Jakson Pollock.
Insieme a Carlo Cardazzo, Milena Milani ha contribuito all’affermazione dello Spazialismo e di molti artisti oggi di fama mondiale. Dall’itinerario artistico della Fondazione emergono la vita stessa di Milena Milani e la sua volontà di ricordare in Carlo Cardazzo un protagonista della cultura italiana del Novecento.

La Fondazione ha sede in P.zza Chabrol.