14 agosto 2015 - Ordinanza Sindacale in merito alla presenza di cinghiali alla foce del torrente Letimbro

Sommario delle sezioni presenti


torna su

14 agosto 2015 - Ordinanza Sindacale in merito alla presenza di cinghiali alla foce del torrente Letimbro

Si porta a conoscenza dell'ordinanza sindacale in oggetto emessa in data odierna, venerdì 14 agosto 2015, da parte del Sindaco di Savona Federico Berruti a seguito della segnalazione della Procura della Repubblica che, sempre in data 14.8.2015, ha rappresentato la situazione derivante dalla presenza ormai pressochè costante di un cinghiale adulto che durante le ore serali è presente alla foce del Torrente Letimbro. La presenza dell'animale, come è stato segnalato, è oggetto di attenzione da parte delle persone, particolarmente numerose, data la concomitanza del periodo di Ferragosto, che passeggiano sul lungomare o sulla spiaggia, fermandosi sulla passerella pedonale che attraversa il torrente per guardarlo e fotografarlo. La medesima procura ha manifestato preoccupazione dovuta a possibili comportamenti imprevedibili da parte dell'animale che potrebbe pericolosamente avvicinarsi alle persone. Ricordiamo che il Dirigente del Servizio Politiche della Montagna e della fauna selvatica della Regione Liguria ha altresì evidenziato che, al fine di prevenire i rischi per la pubblica incolumità connessi alla presenza invasiva del cinghiale in ambito urbano o periurbano in relazione al grado di pericolo localmente rilevato, può rendersi indispensabile l’attuazione di interventi di controllo ad opera dei preposti organi di polizia provinciale ovvero degli altri soggetti previsti dall’articolo 36 della L.r. 1 luglio 1994 n. 29 “ Norme regionali per la protezione della fauna omeoterma e per il prelievo venatorio”, interventi subordinati all’adozione da parte dei Sindaci dei Comuni interessati di una apposita ordinanza. Fatte queste premesse, rilevato che tale situazione costituisce fonte di pericolo per la sicurezza e incolumità delle persone e pertanto, per le motivazioni sopra esposte, nelle aree cittadine urbanizzate, è necessario operare per contenere la presenza dei cinghiali, organizzando da parte del Corpo di Polizia Provinciale apposita attività di vigilanza e allontanamento degli animali dalle zone urbanizzate, il Sindaco ha disposto: il divieto di somministrare alimenti e cibi di qualsiasi tipo agli ungulati e, attraverso la stessa ordinanza sindacale, l'ordine al Corpo della Polizia Provinciale di provvedere a vigilare sulla presenza di ungulati ed eventualmente ad allontanare e/o catturare i cinghiali presenti sul territorio comunale nelle immediate adiacenze del centro abitato e nelle aree abitate anche in zone agricole e rurali, nonché in prossimità delle reti viarie più trafficate. Si sottolinea che l'ordinanza non prevede in alcun modo l'abbattimento degli stessi.