30 Settembre 2011 - Shakespeare in Town 2011

Sommario delle sezioni presenti


torna su

30 Settembre 2011 - Shakespeare in Town 2011

Shakespeare in Town 2011

Shakespeare in Town! VII edizione 2011
1 - 30 ottobre Savona

Direzione Artistica Marco Ghelardi

“Shakespeare in Town!” è un festival cultural-teatrale che ogni anno porta in città i più svariati eventi legati a Shakespeare e all’opera soggetto dell’edizione corrente: spettacoli teatrali, laboratori per bambini, conferenze con noti autori del panorama nazionale, cene con spettacolo, stage di formazione e molti altri eventi ancora. L’obiettivo degli organizzatori è rendere per un mese la città di Savona un laboratorio culturale dedicato al lavoro e allo studio del più celebre drammaturgo di tutti i tempi, William Shakespeare. Il Festival è organizzato dalla Compagnia Teatrale Salamander, promosso e realizzato con il patrocinio della Regione Liguria – Assessorato allo Spettacolo, col contributo del Comune di Savona – Assessorato alla Cultura e della Fondazione A. De Mari, in collaborazione con Corso di Laurea Magistrale in Traduzione dei Testi Letterari e Saggistici dell’ Università di Pisa e IASEMS Italian Association of Shakespearean and Early Modern Studies.
Ogni evento del Festival simboleggia un particolare punto di vista e uno specifico punto d’accesso del pubblico all’opera. Ogni evento si svolge in un luogo diverso della città di Savona, coinvolgendo per iniziative specifiche anche la provincia di Savona. A termine del Festival viene presentato la nuova produzione scespiriana di cui il copione è tratto dalla traduzione, presentata anch’essa per l’occasione al Festival, dagli originali scespiriani del 1600. La lavorazione e la preparazione dello spettacolo è stata aperta e diffusa nella comunità ed è divenuta essa stessa la base e il contenuto degli eventi di “Shakespeare in Town!”. Questo importante passaggio,  ha il suo momento più simbolico nell'evento “Shakespeare in casa”, cioè nel teatro portato direttamente in scena nelle case.
Ognuno di questi eventi è organizzato dalla Compagnia Salamander insieme a provate professionalità del settore specifico, affinché l’evento sia dotato della più solida affidabilità e competenza.
Il Festival è un appuntamento di altissimo valore culturale e artistico, che riesce ad avvicinare la comunità a capolavori del canone occidentale quali i lavori di William Shakespeare in una maniera originale, coinvolgente e multiforme, adattandosi alle diverse aspettative ed interessi del pubblico.
Il Festival collabora stabilmente con le più dinamiche realtà culturali locali quali nuovofilmstudio e nazionali, tra cui l’Università di Pisa, dipartimento di Anglistica e lo IASEMS - Italian Association of Shakespearean and Early Modern Studies.


PROGRAMMA (clicca qui per scaricare il depliant)

“Shakespeare in Town!” VII edizione 2011
OTELLO
Sabato 1 ottobre prenderà il via la VII edizione di “Shakespeare in Town!”, il Festival più originale creato in Italia dedicato a Shakespeare, che per la sua VII edizione ha scelto come soggetto una delle tragedie più note della letteratura mondiale: l'”Otello”.
Come ogni anno il Festival propone eventi originali: della scorsa edizione ricordiamo il debutto in prima nazionale del recital “Sonetti” con l'attore Alessandro Preziosi e l'esclusivo incontro con l'autore di fama internazionale Wu Ming 1.
Tra i vari eventi di quest'anno il Festival ha il piacere di ospitare Alessandro Barbero, noto autore e storico, presentando nel Foyer del Teatro Chiabrera di Savona un evento incentrato sul tema della guerra del XVI secolo tra Venezia e l'Impero turco, una guerra che è anche uno scontro fra civiltà che si affacciano sullo stesso mare il mediterraneo.
Domenica 2 ottobre al Ristorante La Gattafura di Savona avrà luogo una particolare e unica cena a tema dai sapori etnici. Durante la cena debutterà lo spettacolo “Il morso di Eva” con l'attrice Silvia Quarantini e l'attore e compositore Andrea Nicolini. Un suggestivo spettacolo che si ispira a un affascinante parallelo fra Desdemona e Shahrazàd per un viaggio nella mitologia femminile nei secoli.
Dopo il successo degli scorsi anni, verrà ripresentato il progetto di Bookcrossing; copie dell' “Otello” verranno distribuite per la città, bar, negozi, luoghi di aggregazione con l'obiettivo principale di diffondere, divulgare l'opera scespiriana, stimolando lo scambio e il confronto.
Nel programma ci sarà anche l'originalissimo evento SHAKESPEARE IN CASA che vedrà impegnati il cast in sorprendenti incursioni nelle case dei savonesi, per proporre una performance teatrale direttamente a domicilio!
Infine, immancabile il nuovo allestimento scespiriano di Salamander, che debutterà il 29 ottobre sul palco del Teatro Chiabrera di Savona. Dice il Direttore artistico di Salamander : << La nostra Compagnia ha al suo attivo sette produzioni scespiriane, e siamo orgogliosi di esportare in tutto il territorio nazionale il lavoro di produzione teatrale che nasce ad ogni edizione del Festival a Savona >>. Tra gli altri progetti della Compagnia, sempre più richiesta nel territorio nazionale, lo spettacolo “La Scelta”, commissionato e sostenuto dal progetto UWIN di UniCredit Group, è andato in scena nei teatri più prestigiosi d’Italia, tra cui il Piccolo di Milano, il Teatro Politeama di Palermo e il Teatro D'annunzio di Pescara; lo spettacolo “Turno di Notte”, per la scrittura e regia di Marco Ghelardi, che ha recentemente debuttato al Teatro della Tosse di Genova per la rassegna PRE-VISIONI.
Il Festival come ogni anno ha un particolare sguardo rivolto ai giovani e alla formazione, è pertanto stato indetto il concorso di scrittura WRITING LAB dedicato agli studenti delle scuole medie e superiori. Al concorso è affiancato un progetto di “tutoraggio”, con lezioni offerte alle scuole sulle basi della drammaturgia.
Da martedì 4 ottobre avrà inizio lo stage di recitazione SHAKESPEARE IN TRAINING! Condotto dagli attori Barbara Alesse, Lucio De Francesco e Marco Taddei e dal regista Marco Ghelardi. Un occasione per lavorare con professionisti del settore, lo stage è aperto a tutti, è gratuito, è richiesta solo l'iscrizione.
Inoltre in occasione del debutto dello spettacolo OTELLO saranno dedicate tre matinèe per le scuole il 26, 27, 28 ottobre. A termine di ogni spettacolo ci sarà un incontro tra gli studenti e il cast.
Dal 1 ottobre inoltre prenderà il via ABC SHAKESPEARE, un laboratorio propedeutico per i bambini sul teatro e su Shakespeare che in occasione del Festival viene offerto gratuitamente a tutte le scuole della Provincia di Savona. Il laboratorio, sarà condotto dall'attrice Ernesta Argira e tratterà un lavoro di training e di tecniche di recitazione dedicati specificatamente per i più piccoli.
Da quest’anno è inoltre attivo uno speciale visual blog del Festival www.shakespeareinblog7.tumblr.com curato da Sonia Pedalino e dall'artista Alex Raso.

PROLOGO
INAUGURAZIONE
sabato 1 ottobre ore 16.30
vecchia darsena di Savona, lavatoi - Piazza delle Mancine

Si apre la VII edizione del Festival “Shakespeare in Town!”. Per l'occasione presso i lavatoi della vecchia darsena di Savona andrà in scena una particolare e suggestiva performance ispirata ad Otello. Gli attori della Compagnia guideranno gli spettatori nel celebre dramma rappresentando in un'affresco originale il prologo del Festival.
William Shakespeare sta per tornare in città, per un mese Savona sarà un grande teatro metropolitano per scoprire Shakespeare e la sua opera che sa sempre regalarci argute e sapienti metafore che non smettono di sorprendere e farci comprendere meglio anche la nostra attuale società.
____________________________________________________________________
NOTTE ARABA
cena a tema e spettacolo “Il morso di Eva”
domenica 2 ottobre dalle 20.30
ristorante La Gattafura, Piazza Rebagliati

Cena a tema e spettacolo “Il morso di Eva” di e con l'attrice Silvia Quarantini e l'attore e compositore Andrea Nicolini.
Dedicato al dramma di “Otello” e all’oriente, uno spettacolo dai toni agrodolci ispirato ai racconti del classico più celebre della letteratura orientale di tutti i tempi, “Le mille e una notte”. La coraggiosa principessa Shahrazàd, che come Desdemona si trova ad affrontare l’ira di un uomo tradito che trama vendetta, ed Eva, maliarda e traditrice, la più astuta e infida tra le creature di Dio, croce e delizia dell’Uomo, saranno nostre guide in un viaggio semiserio in parole e musica alla (ri)scoperta di un archetipo femminile che può spiegare, in parte, la triste sorte di Desdemona - e non solo la sua. Durante lo spettacolo si potranno degustare speciali portate dai sapori etnici.

Per prenotazioni: Ristorante La Gattafura 019.826450 / 345.6925592

Silvia Quarantini – attrice
diplomata alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, collabora con Salamander dal 2009. Tra le altre produzioni teatrali a cui prende parte segnaliamo: “Mercator” e "Mandragola" - produzioni Teatro Stabile di Genova, "La notte delle favole" e "Esopo Opera Rock" - produzioni Teatro della Tosse. Recita anche in alcuni corti indipendenti (tra cui “Pathos” presentato al Genova Film Festival) e nella fiction televisiva "RIS 6 - Delitti Imperfetti".

Andrea Nicolini – Attore e musicista
Tra gli altri spettacoli ha presto parte a numerose produzioni per il Teatro Stabile di Genova (tra cui “Natalia” di Macrì per la regia di Valerio Binasco, “Madre Courage e i suoi figli” di Brecht, regia di Sciaccaluga, “L'alchimista” di Ben Jonson regia di Ferrini, e  “L'illusion comique” regia di Sciaccaluga).
Ha preso parte al grande Progetto dei “Demòni” di Dostojevskij nel ruolo di Gregoreiev, regia di Peter Stein, spettaolo che ha vinto il Premio Ubu come miglior spettacolo 2009/2010 e il Premio Nazionale della Critica Teatrale. E’ attore di Nanni Garella in “Ista Laus pro Nativitate et Passione Domini da Laudari umbri” del Trecento per Spoleto Teatro, in “Miseria e nobiltà” di Scarpetta e in “Fantasmi” di Pirandello, e in “Giganti della Montagna” di Pirandello per la produzione del Teatro Stabile di Bologna. Recita anche in produzioni con Giulio Bosetti , Franco Branciaroli , Mario Scaccia, Gabriele Lavia.


SHAKESPEARE IN TRAINING!
workshop di recitazione
da martedì 4 a venerdì 7 e da martedì 11 a venerdì 14 ottobre
dalle 20.30 alle 23.30
sala prove della Compagnia, Via Ponzone

Workshop di recitazione. Docenti: Marco Ghelardi, Barbara Alesse, Lucio De Francesco, Marco Taddei.

“Otello”, il dramma della vendetta. La penna del Bardo ha dipinto i tratti di alcuni dei più celebri personaggi della letteratura di tutti i tempi. Personaggi poliedrici, ambigui, diabolici, che racchiudono le mille sfaccettature dell’animo umano. In un percorso formativo legato all’allestimento dell’ “Otello”, Salamander propone un ciclo di appuntamenti sulla recitazione, un training specifico collegato ai personaggi celebri del dramma scespiriano. Il workshop vi farà conoscere il lavoro dell’attore, partendo dalla fonte, dalle parole scritte, per poi destrutturarle e giungere a plasmare i personaggi facendoli rinascere dalle azioni, dalle intenzioni, dalle emozioni. Un percorso articolato e complesso, unico e fondamentale, che porta alla realizzazione della messa in scena.
Iscrizione obbligatoria tel. 347.1238523


STORIE MIGRATORIE – movimenti e mutamenti
in collaborazione con ARCI – Savona
sabato 8 ottobre ore 18
Giardini di Piazza del Popolo
 
Il racconto dei migranti: da diversi paesi d’Europa, Africa, Asia all’Italia
Provenire da nazioni e culture diverse, integrarsi nel nuovo paese sono questioni vive oggi nel nostro paese. Si è detto tanto, ma siamo sicuri di conoscere cosa vuol dire, veramente, arrivare da straniero in Italia? Ispirati dalla figura del migrante Otello, il Festival e Arci Savona vi propongono un incontro per capirsi e vivere nella nostra società, dalla voce diretta di chi ha vissuto l’esperienza, fuori dalle censure, dai filtri e dai cliché.
 


OTELLO X 2: TERAPIA DI TRADUZIONE PER FONTI GELOSE
presentazione della traduzione dell' “Otello”
con Marco Ghelardi
sabato 15 ottobre ore 17.00
libreria Il Libraccio
 
La sfida di fare Shakespeare nostro contemporaneo inizia dalla traduzione. Shakespeare scriveva per un pubblico composto da tutti i ceti sociali e il suo linguaggio doveva mostrarsi in grado di esercitare la presa immediata richiesta dal palcoscenico. Negli anni, il direttore artistico di Salamander, Marco Ghelardi, ha sviluppato una personalissima e originale soluzione al problema, proponendo una serie di nuove traduzioni che fanno suonare contemporanea la lingua elisabettiana pur mantenendosi pienamente fedele alla fonte. La traduzione di “Otello” segue i principi delle sei precedenti e li sviluppa ulteriormente attraverso una formula metrica inedita e una scelta spiazzante dei vocaboli. In quest’incontro Marco Ghelardi svela l’approccio e le meccaniche applicate al lavoro e le particolari necessità scoperte lavorando sulle due edizioni originali del testo. Il libro è in vendita presso la libreria il Libraccio di Savona dal 1 ottobre.

­________________________________________________________________________________
­OTELLO – CONTENUTI SPECIALI
il making of dello spettacolo
mercoledì 19 ottobre ore 21.00
nuovofilmstudio
 
ingresso libero
 
Documentario a cura di Luigi Coppola Un documentario sull’ultima produzione di “Otello” allestita dalla Compagnia Salamander in debutto per la VII edizione di “Shakespeare in Town!”. Il filmato, girato da Luigi Coppola, presenta il “making of ” dello spettacolo e il metodo della Compagnia, con interviste ai professionisti per capire da vicino il lavoro di produzione. Lo studio del testo, il linguaggio drammaturgico, il copione, la regia, il lavoro sulla scena, il dietro le quinte, la scenografia, i costumi, le luci, tutto concorre ad innescare la macchina di produzione: e come in una bottega artigianale, lo spettacolo prende vita. In collaborazione con nuovofilmstudio.


IL MARE INVISIBILE: IL POTERE DELLE PAROLE
incontro con il professor Amedeo Benedetti
venerdì 21 ottobre ore 18.00
Pinacoteca Civica

È una delle armi più devastanti mai inventate. È fonte di potere assoluto, eppure è anche qualcosa che tutti noi usiamo tutti i giorni. È una convenzione culturale ma ci appare una naturale parte di noi: è il linguaggio, l’invenzione dell’homo sapiens che continua a determinare il corso delle nostre esistenze dai tempi della tribù preistorica alla vita contemporanea. Nell’ “Otello”, Iago non ha altra astuzia o intelligenza che quella di un’estrema sensibilità alla trasformazione del significato all’interno della parola. Con la sua inclinazione all’elusivo e all’ambiguo, sostiene i virtuosismi linguistici che toccano le vulnerabilità psichiche di Otello, trasformandogli attorno il mondo e trasformando lui stesso. Il Festival vi presenta un incontro con il prof. Benedetti, che da anni studia le varie applicazioni del linguaggio nei diversi contesti, dalla burocrazia alla diplomazia, dalla pubblicità al terrorismo, per guidarci a conoscere meglio i meccanismi nascosti di un mare invisibile in cui siamo tutti immersi.

Amedeo Benedetti - si occupa principalmente di comunicazione, storia della letteratura, e tecnica del romanzo.
Risiede a Genova, dove è docente di lettere italiane nelle scuole statali. È stato per oltre un decennio Vice presidente del Comitato per i servizi radiotelevisivi della Regione Liguria.
È autore di una ventina di monografie, tra cui figurano la Storia dei programmi televisivi di maggior audience (Erga, 1999); Il linguaggio delle nuove Brigate Rosse (Erga, 2002); Il Cinema documentato (Cineteca Griffith, 2002); Gli archivi della scienza (Erga, 2003); Il linguaggio e la retorica della nuova politica italiana (Erga, 2004); Il libro. Storia, tecnica, strutture (Atene, 2006); Bancarese addio! Proposte di correzione del linguaggio bancario italiano (Aba Libri, 2008).
Tra le sue opere maggiori figura anche un immenso schedario sugli stilemi del romanzo otto/novecentesco, indispensabile strumento di lavoro per ogni ricerca nello specifico settore.
Collabora inoltre continuativamente alle seguenti riviste: “Biblioteche Oggi”, “L’Alighieri”, “Culture del Testo e del Documento”, “Lettere Italiane”, “Esperienze Letterarie”, “Sapere”, “Il Veltro”, “Rivista di Studi Politici Internazionali”, “Archivio Veneto”, “Rassegna Storica Toscana”, oltre ad atti di varie Deputazioni di Storia Patria.


CIPRO, L'ISOLA CONTESA
incontro con l’autore Alessandro Barbero
sabato 29 ottobre ore 18.00
Foyer del Teatro Comunale G. Chiabrera

“Otello” si svolge sullo sfondo delle feroci guerre che la Repubblica di Venezia e l’Impero Turco scatenarono per il dominio dell’isola di Cipro, allora postazione chiave per il dominio sul Mediterraneo. Fu un conflitto che mescolò motivi politici, economici e religiosi e vide scontri tanto vasti e cruenti da passare alla storia, come l’assedio di Famagosta e la battaglia di Lepanto. Per meglio conoscere questo appassionante affresco, intriso di eroismi e di sangue, il Festival ha invitato il prof. Alessandro Barbero, il quale sa unire la competenza dello storico di professione alla capacità di coinvolgere dello scrittore. Un incontro da non perdere per conoscere e provare il fascino di una guerra che ancora riverbera sul presente.

Alessandro Barbero – professore ordinario di Storia Medievale presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” a Vercelli.
Ha vinto il Premio Strega 1996, col romanzo storico Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle gentiluomo (Milano, Mondadori, 1995), tradotto in sette lingue, e il Premio Cherasco Storia 2002, col saggio Carlo Magno. Un padre dell’Europa (Roma-Bari, Laterza, 2000), tradotto in Francia, Germania, Spagna, Inghilterra e Stati Uniti. Fra le sue opere più recenti, Storia del Piemonte. Dalla preistoria alla globalizzazione, Torino, Einaudi, 2008, Benedette guerre. Crociate e jihad, Roma-Bari, Laterza, 2009, Lepanto. La battaglia dei tre imperi, Roma-Bari, Laterza, 2010 (Premio Selezione Bancarella 2011), e il romanzo storico Gli occhi di Venezia, Milano, Mondadori, 2011.
Dirige la “Storia d’Europa e del Mediterraneo” della Salerno Editrice (15 volumi in uscita fra il 2006 e il 2010). Collabora con le pagine culturali dei quotidiani La Stampa, Il Sole 24 Ore, Il Fatto quotidiano, e con i programmi televisivi (Superquark) e radiofonici della RAI.
Nel 2005 il governo della Repubblica Francese gli ha conferito il titolo di “Chevalier de l’ordre des Arts et des Lettres”.


OTELLO
Sabato 29 Domenica 30 ottobre ore 21.00
Teatro Comunale G. Chiabrera
Matinée scolastiche 26, 27, 28 ottobre ore 10.00

di William Shakespeare
tradotto e diretto da Marco Ghelardi
Con Barbara Alesse, Marco Taddei, Lucio De Francesco
Scene e costumi Elena Greco
Light designer Gabriele Guatti
Assistente alla regia Simona Schito
Organizzazione Sara Ravetta
Assistente di Compagnia Camilla Ruffini

Biglietteria dal 4 ottobre presso: Teatro Comunale Chiabrera
Ore 10.00 - 12.00 / 16.00 - 19.00 dalle ore 20.00 in serata di spettacolo - tel. 347.1238523

“La Banalità del Male”
Iago non riceve la nomina a luogotenente della quale viene investito Michele Cassio. Questa sconfitta diventa per Iago un sopruso che nutre la sua mente di astio e frustrazione. Si propagano in lui come una peste il germe della vendetta contro il suo generale e l’odio nato dalle troppe umiliazioni che sente di aver ricevuto. Iago, perciò, trama per far destituire ed eliminare Cassio e per farlo cerca di colpirlo nel punto vitale, il legame di fiducia che lega il generale Otello al suo luogotente. Ammantato da un’apparente aura di onesto confidente, inizia a tramare vendetta, frustrato ma inesorabilmente risoluto nel vendicarsi di ciò che per lui è diventato un sopruso, un mancato riconoscimento. Iago appare a tutti come un onesto e semplice uomo, privo di malizia e arguzia: è fin troppo semplice fidarsi di lui e la fiducia ricevuta sarà la chiave del suo successo. Iago insinua nell’orecchio del generale che Cassio sta tramando alle sue spalle corteggiando sua moglie Desdemona. Otello non sa se credere, ma cede quasi subito, fidandosi dell’apparente bontà del
semplice onesto Iago, e non darà la fiducia a colei che lo ama e a colui che più di tutti gli ha giurato fedeltà. E con banalità il male farà il suo corso






Per tutto il mese di ottobre:

ABC Shakespeare, Laboratori per le scuole materne ed elementari
Un evento formativo offerto ai bambini delle scuole elementari e materne per avvicinarsi all’opera scespiriana. Attraverso improvvisazioni e giochi i bambini potranno immedesimarsi in personaggi
di una storia e capirne le emozioni che li spingono ad agire. I piccoli allievi percorreranno i primi passi verso l’arte della recitazione attraverso l’opera dell’ “Otello”.

Bookcrossing
Biblioteca a cielo aperto Copie della traduzione di “Otello” a cura di Marco Ghelardi saranno diffuse per i luoghi pubblici della città.
Il bookcrossing è un’ iniziativa diffusa in tutto il mondo che dall’edizione 2009 del Festival la Compagnia Salamander ha voluto portare anche a Savona. Il progetto prevede la distribuzione di libri lasciati in diversi luoghi pubblici. L’ unica regola è: chi ne trova uno lo può prendere, leggere e lasciarlo a sua volta a disposizione di successivi lettori in un altro luogo.

Writing Lab
Concorso di scrittura per gli studenti delle scuole medie e superiori.
Scrivete un scena teatrale di massimo 15 battute sul tema della gelosia. Ogni elaborato dovrà essere inviato entro il 28 ottobre 2011 all’indirizzo e-mail della compagnia: organizzazione@salamander.it Il testo migliore sarà premiato la sera del 30 ottobre sul palco del Teatro Comunale G. Chiabrera. Al concorso si affianca il progetto di lezioni di drammaturgia per le scuole su prenotazione, offerte grautitamente all'interno della VII edizione del Festival.

Shakespeare in casa
Eventi teatrali a domicilio e sulle soglie Chi viene a casa oggi? Sono gli attori della Compagnia Salamander che in occasione della VII edizione del Festival offriranno nelle vostre case un’intensa e originale performance dedicata ad “Otello”. Il vostro salotto potrebbe essere la scena!


LA STORIA del Festival “Shakespeare in Town!”
I edizione 2005: Macbeth
II edizione 2006: Romeo e Giulietta
III edizione 2007: Un sogno di una notte di mezza estate
IV edizione 2008: Antonio e Cleopatra
V edizione 2009: La dodicesima notte
VI edizione 2010: La bisbetica domata
VII edizione 2011: Otello

Curiosità:
In riferimento alla dimensione veneziana di “Otello”, la campagna promozionale 2011 utilizza il carattere tipografico “Centaur”, inventato da Bruce Rogers nel 1928, e l’ ”Hightower”, creato da Tobias Frere-Jones nel 1994, entrambi sviluppi contemporanei del carattere romano creato da Nicholas Jenson a Venezia nel 1470.
La brochure è stampata in carta ecologica.
Il fazzoletto utilizzato nell’immagine della campagna promozionale SiT!2011 è realizzato da Silvia Testa per Atelier Cucire.






Biografie artisti

Marco Ghelardi - Regista, drammaturgo, traduttore
Si forma alla Central School of Speech and Drama e al National Theatre di Londra. Tra le varie esperienze lavorative segnaliamo: “La scelta del mazziere” di Patrick Marber, da lui tradotto e diretto, che ha debuttato al Teatro Stabile di Genova in prima nazionale nel 2008. Dirige “Coronado” che ha debuttato al Teatro Stabile di Genova nel maggio 2009. Nell’opera lirica è regista realizzatore per “Rigoletto” a Seoul (2003), e “Traviata” al Teatro Lirico di Cagliari (2004), entrambi produzioni della Royal Opera House, Londra; Nel 2008 riceve il Premio Regionale Ligure per il Teatro. Scrive e dirige “La scelta” spettacolo ideato e sostenuto da UWIN UniCredit Group, che dopo essere andato in scena al Piccolo di Milano, al Teatro Politeama di Palermo e al Teatro D’Annunzio di Pescara prosegue la tournée in tutta Italia. Nel 2011 scrive e dirige “Turno di Notte” che ha debuttato nella Rassegna PRE-VISIONI 2011 al Teatro della Tosse di Genova.

Marco Taddei – Attore
Si forma alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova. Tra gli spettacoli a cui ha preso parte: “Romeo e Giulietta”, ”Un sogno di una notte di mezza estate” e “Antonio e Cleopatra” per la regia di Marco Ghelardi, produzioni della Compagnia Teatrale Salamander; ”Officina mia” per la regia di Massimo Mesciulam, produzione del Teatro Stabile di Genova; “La parola progresso sulla bocca di mia madre suonava terribilmente falsa” per la regia di Fausto Paravidino, produzione Face-a-Face del Teatro Eliseo di Roma; “Amleto” regia di Valeria Rosati, produzione del Teatro Stabile delle Marche.

Barbara Alesse – Attrice
Si forma alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova. Tra gli spettacoli a cui ha preso parte: “Tre sorelle in prova” per la regia di Massimo Mesciulam, “Nordost” per la regia di Andrea Battistini e “Sempre insieme” per la regia di Matteo Alfonso, produzioni del Teatro Stabile di Genova; “Questa sera si recita a soggetto” per la regia di Alberto Giusta, produzione della Compagnia Teatrale Gank.

Lucio De Francesco – Attore
Si forma alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova. Tra gli spettacoli a cui ha
preso parte: “A causa mia” per la regia di Francesco Saponaro, per il Teatro Festival di Napoli; “Le lagrime della vedova” per la regia di Anna Laura Messeri, produzioni del Teatro Stabile di Genova, “Girotondo” per la regia di Massimo Mesciulam e ”Persone predilette” per la regia di Mario Jorio, produzioni del Teatro Stabile di Genova.

Elena Greco - Scenografa e costumista
Si forma all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Collabora con Salamander dal 2009, per cui ha curato le scene e i costumi dei seguenti spettacoli: “La bisbetica domata”, “La scelta”, “Otello”. E’ stata assistente alle scene e costumi per “La dodicesima notte”.