20 Settembre 2011 - Il COmune verso la conferma certificazione ISO 14001 e riorganizzazione servizi territoriali sociali

Sommario delle sezioni presenti


torna su

20 Settembre 2011 - Il COmune verso la conferma certificazione ISO 14001 e riorganizzazione servizi territoriali sociali

IL COMUNE VERSO LA CONFERMA DELLA CERTIFICAZIONE AMBIENTALE UNI ISO 14001 E IMPEGNATO NELLA RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI TERRITORIALI DELLE POLITICHE SOCIALI
Si conferma il forte impegno dell'Amministrazione comunale sul fronte ambientale e sociale

Savona – Approvate nel corso della seduta odierna di Giunta una delibera e una determina inerenti le tematiche ambientali e sociali.

IL COMUNE DI SAVONA VERSO IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE AMBIENTALE UNI ISO 14001
L'Amministrazione comunale, su coordinamento dell'Assessorato all'Ambiente, sta lavorando a 360° per ottenere anche quest'anno il riconoscimento da parte del RINA della conformità del sistema di gestione ambientale alla norma UNI ISO 14001:2004, già ottenuto continuativamente, fin dal 2009, per i seguenti campi di attività: gestione delle attività e dei servizi svolti dall'amministrazione quali: pianificazione e tutela del territorio; indirizzo e controllo della gestione dei rifiuti solidi urbani, delle risorse idriche, della rete fognaria e della depurazione acque; gestione delle infrastrutture e del patrimonio immobiliare; gestione della viabilità; gestione e controllo impianti termici privati; servizio di polizia locale; controllo e protezione civile.
Afferma l´Assessore all'Ambiente Jorg Costantino "Il conseguimento della certificazione ISO 14001 è frutto di un percorso lungo e complesso, che coinvolge tutto l'Ente e che contiamo di conseguire anche quest'anno, segnalandoci come uno dei pochi comuni capoluogo in Italia ad aver ottenuto la certificazione. L'Amministrazione ha fatto dell'ambiente una questione centrale, considerandolo un tema non a sé stante ma che riguarda tutti i settori delle nostre attività: parliamo quindi di turismo sostenibile, su cui abbiamo ottenuto risultati importanti come la Bandiera Blu e promosso attività come lo Scaletto senza scalini o la sorveglianza delle spiagge libere; pensiamo poi alla mobilità sostenibile, con servizi quali il bike sharing e car sharing; abbiamo poi predisposto il Piano energetico comunale, che prevede l'utilizzo di energie rinnovabili e l'installazione di pannelli fotovoltaici nelle abitazioni, ma anche iniziative volte al risparmio energetico; segnalo anche azioni sul fronte degli acquisti verdi, come la carta riciclata, all'interno della struttura comunale; ricordo infine la certificazione Rina alla qualità dei servizi ATA, confermata anche per il 2011.

RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI TERRITORIALI DEL SETTORE POLITICHE SOCIALI
Il Settore Politiche Sociali ha svolto un processo della durata di circa otto mesi che ha portato ad una revisione interna delle modalità tecnico-organizzative, arrivando alla ridefinizione delle equipe professionali degli Ambiti Territoriali Sociali.
I servizi territoriali sono stati quindi riorganizzati per aree di competenza, che sono: Area Famiglia e Minori (con sede in Via Quarda Inferiore, 4), Area disagio adulti e inclusione sociale (con sede in Via Nizza, 1), Area anziani, disabili e non autosufficienza (con sede in Via Zara).
“La riorganizzazione dei servizi territoriali – dichiara l'Assessore alla Promozione Sociale Isabella Sorgini – risponde alla necessità di venire incontro ai cambiamenti sociali della nostra città e dei bisogni che essa esprime, ed è mirata all'efficacia dei servizi forniti. Abbiamo provveduto a verificare alcuni elementi legati alla determinazione dei carichi di lavoro ed analizzare i costi correlati e le risorse allocate nei diversi capitoli di spesa. L'obiettivo è fornire servizi in grado di portare le persone verso l'autonomia. Abbiamo lavorato sulle nostre professionalità ed abbiamo aperto sportelli informativi che aiuteranno gli utenti ad individuare i servizi di cui necessitano, provvedendo, dove possibile, alla presa in carico degli assistiti. Stiamo inoltre provvedendo alla definizione di un nuovo Regolamento dei servizi sociali per un nuovo welfare del 2000”.
Clicca qui per informazioni dettagliate sulla nuova organizzazione dei servizi.