2 Settembre 2011 - Grande stagione estiva Scaletto senza scalini

Sommario delle sezioni presenti


torna su

2 Settembre 2011 - Grande stagione estiva Scaletto senza scalini

scaletto settembre 2011

ALLO SCALETTO SENZA SCALINI 2011
Grande stagione estiva


Ieri 31 agosto si è conclusa la stagione dello Scaletto iniziata il 1 luglio; questi due mesi hanno dimostrato, se ancora ce ne fosse bisogno, la validità del progetto e le grandi potenzialità che l’esperienza può ancora avere in futuro.
Il mese di luglio, pur essendo stato climaticamente infelice con 19 giorni tra pioggia, nuvole e mareggiate, non ha comunque impedito alle persone disabili e non, di venire a spiaggia per godersi al riparo del gazebo i differenti “volti” del mare e del cielo e per conoscere meglio le attività ed il personale della Cooperativa; poi, con il bel tempo di agosto i riscontri sono stati ancora superiori e si può sicuramente affermare che la spiaggia attrezzata per i disabili è diventata un punto di incontro e di socializzazione davvero molto attivo ed importante, e non solo per i nostri utenti “diretti”... In questo senso sono i numeri di quest'estate a “darci ragione”:
ben 507 gli accessi con balneazione di oltre 80 persone disabili che, raffrontati a quelli della scorsa stagione (101 accessi per 30 utenti circa), dimostrano ulteriormente quanto potrà ancora crescere l’accoglienza e la partecipazione offrendo nuovi servizi e prolungando il periodo di attività.
Persone disabili provenienti da Piemonte, Lombardia e Liguria sono stati i nostri utenti e tutti, proprio tutti, hanno sviluppato il “tam-tam” fra i propri conoscenti per presentare ed invitarli allo Scaletto (grande importanza ha avuto il costante aggiornamento del nostro sito www.laltromare.org curato dal socio Umberto Ferrari che, quotidianamente, forniva tutte le notizie relative alle condizioni atmosferiche, all’organizzazione, alle dotazioni mare fornite ed allestite; durante il periodo di attività il sito della Cooperativa ha avuto circa 200 visitatori al mese).
Molto positiva si è dimostrata la collaborazione con la TPL che, con la linea 6/, ha permesso alle persone disabili che giungevano in treno di raggiungere senza ostacoli la spiaggia: sono state almeno una ventina le persone che hanno usufruito, con grande soddisfazione, di questo servizio di andata e ritorno dalla stazione.
Attorno al gazebo in riva al mare si è venuta così a formare una comunità ed un'aggregazione particolare fra le persone disabili e gli operatori della Cooperativa: utenti francesi, ucraini, albanesi, rumeni, nord africani ed italiani hanno imparato a “parlare” la stessa lingua, condividendo esperienze e testimonianze.
Importantissimo e fondamentale anche il servizio di sorveglianza bagnanti che ha coinvolto – a turno – 5 bagnini e che ha avuto il suo momento più “impegnativo” quando 2 di loro sono riusciti a salvare un anziano bagnante (ancora ricoverato al San Paolo, ma in via di guarigione) colpito da malore in mare; anche altri interventi sono stati effettuati a tutela di tutti i bagnanti in caso di traumi, malori e “colpi di sole” facendo prontamente intervenire il 118 (sei gli interventi attivati dai bagnini della Cooperativa).
Alcune curiosità: un ragazzo disabile rumeno ha potuto fare il bagno dopo 15 anni; una signora di Torino è tornata a nuotare in mare dopo oltre 3 anni; alcuni anziani utenti (oltre i “novanta”!) sono tornati “ragazzini” nuotando affiancati dai nostri accompagnatori e tutti quanti non si sono fermati ad un unico bagno!
Un altro aspetto molto importante da considerare è quello relativo al numero di contratti di lavoro che sono stati attivati (a tempo determinato o a chiamata); grazie al Progetto Scaletto senza scalini ben 13 persone sono state assunte (di cui 5 disabili); per le cooperative di tipo b come la nostra, la normativa prevede che almeno il 33% dei soci e dei lavoratori sia composto da persone svantaggiate ed i nostri numeri confermano come l’esperienza dello “Scaletto” possa diventar la leva per “professionalizzare” ed inserire attivamente nel mondo del lavoro le persone, indipendentemente dal loro stato psico-fisico.

Il 31 agosto, ultima sera, sono giunti allo Scaletto gli assessori Isabella Sorgini e Sergio Lugaro che hanno portato i saluti dell’Amministrazione comunale ed ai quali, i responsabili della Cooperativa, hanno illustrato tutti gli aspetti dell’iniziativa attuale e quelli che dovranno essere gli sviluppi della stessa: come già accennato c’è la volontà di ripeterla con la durata di 3 mesi, implementando personale, ricettività ed attrezzature idonee.
Entro breve verrà presentata all’Amministrazione una relazione consuntiva dell’attività svolta ed il progetto per il suo sviluppo; verranno altresì fatte alcune proposte per “non disperdere i contatti con gli utenti nel periodo invernale”, come richiesto dagli stessi.

A questo punto si deve sottolineare – ringraziandoli - che il servizio è stato possibile principalmente grazie ai nostri main Sponsors:
1) Comune di Savona, Assessorati all’Ambiente, al Decentramento e alla Promozione sociale;
2) Fondazione De Mari
3) Apicultura Parodi

Hanno inoltre contribuito: Port Authority, Savona / Banca Popolare di Novara, Savona / Exxon Mobil, Vado Ligure / Cooperativa Bazzino, Savona / Banco di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de’ Baldi, Savona / A.T.A. Savona / TPL Linea Savona.

Gli Enti e le Associazioni patrocinanti sono stati: REGIONE LIGURIA, ARS (Agenzia Regionale Sanitaria), CESAVO, AISLA, CIP, AISM, AIAS, UIC, UILDM, ANMIG a conferma del grande impatto sociale che questa iniziativa ha generato.

www.laltromare.org
laltromare@gigapec.it
Tel: 019 9246017
Fax: 019 2070703
Rm: 3898821826

Savona, 01.09.11