10 Maggio 2011 - Il Comune acquisisce le Odalische di Claudio Carrieri

Sommario delle sezioni presenti


torna su

10 Maggio 2011 - Il Comune acquisisce le Odalische di Claudio Carrieri

Odalische Carrieri

Le Odalische di Claudio Carrieri, posizionate sul prato antistante il Priamar, diventano patrimonio della Città di Savona.

Storia antica e arte contemporanea ai piedi della Fortezza. Presentata oggi in Pinacoteca Civica la formalizzazione dell'acquisizione da parte del Comune di Savona delle opere d'arte dell'artista savonese

Era il mese di ottobre 2010 quando il Comune di Savona, in stretta collaborazione con la Galleria ConArte patrocinava la mostra “La voce del gesto” dell'artista savonese Claudio Carrieri. In questo ambito alcune opere di grandi dimensioni, realizzate dall'artista in ceramica con l'antica tecnica del colombino, venivano posizionate sul prato antistante il Complesso Monumentale del Priamar. L'effetto, da subito, è stato di grande fascino, per la bellezza delle opere, per la scenografia del luogo, generando un generale apprezzamento non solo da parte di esperti ed appassionati, ma anche di turisti e cittadini, tanto da dare vita ad un comitato spontaneo di savonesi ed associazioni che hanno avviato una sottoscrizione finalizzata a rendere permanente la presenza delle opere nella collocazione attuale ai piedi della Fortezza.
Nello stesso tempo il Maestro Claudio Carrieri, stimolato dal gradimento e dall'apprezzamento della Città, ne ha proposto l'acquisizione al Comune a condizioni di grande generosità, che corrispondono nella sostanza se non formalmente ad una donazione, un gesto che il Sindaco di Savona Federico Berruti ha accolto con favore attivando gli uffici preposti alla formalizzazione del progetto.
Le Odalische di Claudio Carrieri dunque continueranno ad accogliere cittadini, visitatori e turisti all'ingresso del Priamar, unendo la storia più antica della città con le tendenze più attuali ed interessanti dell'arte contemporanea attraverso uno dei protagonisti savonesi più importanti.