15 Marzo 2011 - Notte Bianca dell'Unità d'Italia

Sommario delle sezioni presenti


torna su

15 Marzo 2011 - Notte Bianca dell'Unità d'Italia

Manifesto Unità d'Italia

NOTTE BIANCA DELL'UNITA' D'ITALIA
Mercoledì 16 Marzo dalle 21 a mezzanotte
Savona, Pinacoteca Civica
INGRESSO GRATUITO


Savona – Proseguono i festeggiamenti per il 150° Anniversario dell'Unità d'Italia.
L'Assessorato alla Cultura del Comune di Savona organizza per Mercoledì 16 Marzo, dalle 21 a mezzanotte, la Notte Bianca dell'Unità d'Italia.
“Sarà una grande festa per tutti – dichiara l'Assessore alla Cultura Ferdinando Molteni – che permetterà di celebrare questo importante avvenimento all'insegna della cultura, con un programma ricchissimo di musica, parole, costumi e un allestimento speciale della Pinacoteca Civica. Inoltre a tutti i partecipanti verrà donata una coccarda tricolore”.
La Pinacoteca Civica di Savona sarà in parte riallestita a tema ed esporrà: una vetrina con due statue di ceramica realizzate da Agostino Grosso e donate alla Pinacoteca dalla Fondazione A. De Mari, raffiguranti Giuseppe Garibaldi e Vittorio Emanuele II, entrambi a cavallo, nello storico incontro di Teano, avvenuto il 26 ottobre del 1860, con il quale si concluse la spedizione dei Mille; inoltre alle pareti saranno esposte stampe d'epoca ed ingrandimenti fotografici della storia risorgimentale e pannelli biografici di Giuseppe Garibaldi.
In sintesi il programma prevede:
Il salotto dell'ambasciatore: Uno spettacolo di musica e parole con le letture di Enrico Dusio e il duo pianistico Sara Musso e Maria Grazia Perello
- Concerto di Roberto Margaritella: Musiche dell'età risorgimentale eseguite con una chitarra del 1861
- A Brigà in concerto: Canzoni della tradizione italiana e con i figuranti in costume garibaldino de A Storia
Partecipazione di figuranti in costume garibaldino de A Storia.


IL SALOTTO DELL’AMBASCIATORE

Un percorso tra le musiche che hanno ispirato ed animato i salotti e la vita musicale della città sabauda tra risorgimento e primo ‘900. Una scelta di danze per pianoforte a quattro mani tratte dal repertorio in voga a Torino nel tardo ‘800, accanto ai celeberrimi valzer di Strauss. Il programma musicale è arricchito da letture tratte dalle opere letterarie di Edmondo De Amicis e dai diari di Caroline Crane, moglie di George Perkins Marsh - primo ambasciatore USA presso la Corte Sabauda.
Tito Mattei: L’esposizione italiana, gran valzer (lettura)
Giuseppe Capitani di Vincenzo (1843-1890): Vita torinese, mazurka - Senza spine, polka (lettura)
Johann Strauss (1825-1889): Voci di primavera, valzer op. 410 - Vino, donne e canto, valzer op. 333
(lettura)
Federico Rossetti: I folletti, scherzo

Enrico Dusio, letture
Enrico Dusio, attore diplomato alla scuola del Teatro Stabile Di Torino, diretta da Luca Ronconi, lavora attivamente dal 1994, interpretando ruoli da primo attor giovane in grandi compagnie tra cui la Pagliai-Gassman,Malfatti,Albertazzi. Dal 1999 è attivo come doppiator, attività che lo vede impegnato tra Milano e Torino; successivamente entra a far parte del cast della trasmissione televisiva “La Melevisione”. Nel 2000 è tra i soci fondatori della Compagnia di Musica-Teatro Accademia dei Folli per la quale lavora come attore in tutte le sue produzioni.
Inoltre partecipa a varie produzioni cinematografiche e televisive e, in contemporanea, conduce laboratori teatrali nei diversi ordini di scuola. Dal 2002 collabora stabilmente con il Duo pianistico Musso-Perello, in particolare alla realizzazione di spettacoli teatral-musicali.
Sara Musso e Maria Grazia Perello, torinesi, si sono diplomate con il massimo dei voti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino ed hanno partecipato a vari corsi di perfezionamento con Maestri di fama internazionale. Entrambe vantano una lunga attività concertistica, sia in veste solistica, che in varie formazioni cameristiche.

Sara Musso e Maria Grazia Perello, duo pianistico
Il Duo Musso-Perello, formatosi nel 2000, presenta un ricco repertorio comprendente brani tra i più significativi della letteratura pianistica a quattro mani tra ‘800 e ‘900. Il Duo svolge intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi presso importanti manifestazioni musicali, anche con due pianoforti e con orchestra. Gli interessi musicali del Duo, oltre alla letteratura per quattro mani e due pianoforti, si estendono alle musiche di scena; la formazione infatti, in collaborazione con attori e cantanti, ha al suo attivo la realizzazione di vari spettacoli teatral-musicali. Tra i più recenti si citano “La gabbianella e il gatto” (che ha debuttato al Piccolo Regio di Torino) e, ultimo in ordine di tempo, “La luna e altre storie” con la partecipazione di Paola Roman e del vignettista Danilo Paparelli.

ROBERTO MARGARITELLA
Musiche dell'età risorgimentale eseguite con una chitarra del 1861
chitarra classica
FERDINANDO CARULLI Rondò in La maggiore dall’op. 241
(1770 - 1841) Sonata III op. 7 - Largo, - Allegro
NICCOLÒ PAGANINI Minuetto dedicato alla Signora Marina
(1782 - 1840) Sonata in DO
MAURO GIULIANI Rossiniane n° 2 op. 120
(1781 - 1829)

In alternativa (o in aggiunta):

MARC LE GARS(1954): Paysages Celtiques:
Ker Avel (Côtes d’Armor), Huelgoat (Finistère), Pen Ar Stang (Côtes d’Armor), Swallow Falls (Pays de Galles), Galway (Irlande))
JOSÈ LUIS MERLIN(1952): Suite del Requerdo : Evocacion, Zamba, Chacarera, Carnavalito, - Evocacion, Joropo