Informazioni storiche edificio

Sommario delle sezioni presenti


torna su

Servizi Comunali

Informazioni storiche edificio

Affresco sala lettura

1745
I padri Scolopi (presenti a Savona dal 1622) acquistano dalla famiglia Corsi la cinquecentesca villa di Monturbano per adibirla a convitto estivo

1796
A Monturbano vengono curati i feriti francesi dopo la battaglia di Montenotte

1799
Il 2 febbraio il ministro dell´Interiore e delle Finanze della Repubblica Ligure affida l´amministrazione di tutti i beni degli Scolopi alla Municipalità di Savona

1814
Il 4 maggio avviene la restituzione dei beni ai padri Scolopi dopo la disfatta napoleonica

1868
Il 3 marzo il demanio dello Stato incamera tutti i beni degli Scolopi a seguito della Legge del 7 luglio 1866

1873
Il 21 marzo con un atto di transizione i beni passano dal demanio statale al Comune di Savona

1877
Il 31 ottobre viene firmata una convenzione tra il Comune e le Scuole Pie in cui l´amministrazione pubblica concede una somma di lire 9.000 annue e l´uso degli stabili in cambio della prosecuzione dei corsi scolastici

1905
Le Scuole Pie vengono trasferite a Monturbano e si progetta un ampliamento della villa; in estate iniziano i lavori che, a causa delle difficoltà di ordine geologico incontrate, termineranno solo due anni dopo. Questi lavori che porteranno alla costruzione dei due grandi fabbricati ai lati costeranno al Comune la somma di lire 200.000

1907
Il 28 novembre viene inaugurato il nuovo collegio di Monturbano con l´istituzione, anche, di un semi-convitto

1915-1919
I locali del convitto vengono adibiti ad ospedale militare per i feriti della grande guerra (300 letti distribuiti in 10 reparti)

1936
Nuova convenzione trentennale che prevede l´uso gratuito dei locali ma prevede la restituzione al Comune alla data del 1 gennaio 1966.

1965
Il 31 dicembre scade la convenzione ed inizia un lungo periodo di dibattito cittadino sulla destinazione degli spazi e sull´eventuale permanenza dei padri Scolopi a Monturbano.
Negli anni ´70 il Comune decide di adibire i due corpi laterali (complessivamente oltre 4.000 mq su diversi piani) a edifici scolastici, e il corpo centrale (poco più di 1.400 mq su diversi piani) a centro culturale.
Viene realizzato un magazzino librario di sei piani e la nuova biblioteca viene inaugurata nel 1985

Fonti consultate:
Le scuole pie di Savona (1622-1922) / Anna Maria Ferrero. In Società Savonese di Storia Patria, Atti e memorie. Nuova serie, volume 1, 1967
I beni comunali di Monturbano e le esigenze della scuola pubblica in Savona. - Savona : Comune, [197?]