ReI - Reddito di Inclusione

Sommario delle sezioni presenti


torna su

Servizi Comunali

ReI - Reddito di Inclusione

Il Reddito di inclusione (REI) disciplinato dal Decreto Legislativo 147 del 15.9.17 è una misura nazionale di contrasto alla povertà condizionata alla valutazione della condizione economica. Sostituisce il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e l'ASDI (Assegno di disoccupazione). - scarica il volantino -

E' destinato ai nuclei con i seguenti requisiti:

Requisiti di residenza e soggiorno

- cittadino italiano o degli altri paesi dell'Unione Europea o suo familiare, che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o apolide in possesso di analogo permesso;

- residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.

 

- presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni che si trovi in stato di disoccupazione (vedi quadro C modulo di domanda).

 

Requisiti economici

Il nucleo familiare deve essere in possesso di una attestazione ISEE in corso di validità da cui risulti congiuntamente:

- un valore ISEE non superiore a 6 mila euro;

- un valore ISRE (ISR/scala di equivalenza ) non superiore a 3mila euro;

- un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro;

- un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) di importo inferiore o uguale: 6.000 euro per i nuclei composti da un solo componente, 8.000 per i nuclei composti da due componenti e 10mila euro per i nuclei composti da tre o più componenti

Nota bene:

L’ISEE deve essere rinnovato alla scadenza per evitare la sospensione del beneficio.


Altri requisiti

-Per accedere al REI è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo:

- non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l'impiego (NaSpi) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;

- non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);

- non possieda navi e imbarcazioni da diporto.

Si precisa che coloro che presentano domanda di REI  devono essere in possesso, all’atto della presentazione della domanda, dell’attestazione ISEE.


I Comuni si occupano di raccogliere le domande, svolgere i controlli di residenza e cittadinanza ed inviare le domande ad INPS che controlla i requisiti autodichiarati nel modulo di domanda, calcola il contributo spettante e dà disposizione a Poste di inviare la carta REI al domicilio del richiedente.
 

Il ReI si compone di due parti:

  • 1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta ReI);

  • 2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto dai servizi sociali del Comune e dai Centri per l’Impiego.

 

Il modulo per richiedere il ReI può essere scaricato cliccando qui,

cliccando qui è possibile scaricare il modulo per i requisiti lavorativi aggiuntivi,

 

ma può essere ritirato dal 1° dicembre 2017 anche presso:

il Palazzo comunale - piano terra Piazza Sisto IV in orario di apertura degli Uffici Comunali

 

dal lun. al ven. dalle 9.00 alle 12.00:

Area Famiglia e Minori: via Quarda Inferiore n. 4, primo piano  - telefono: 019-83105546

Area Non autosufficienza, anziani e disabilità: via Zara n. 11 -  telefono: 019-820661 / 019-8310346

Area Disagio adulti, emergenza ed inclusione sociale: via Chiavella n. 18 rosso - telefono: 019-860413 / 019-862018


Servizio Promozione Sociale (PUNTO DI ACCESSO): via Quarda Inferiore n. 4 telefono: 019-83105500
 

La domanda verrà ritirata esclusivamente dal Servizio Promozione Sociale - PUNTO DI ACCESSO (Via Quarda Inf. 4, secondo piano), previo appuntamento da concordare anche telefonicamente al numero: 01983105500 a partire dal 1° dicembre 2017.

 

link al sito dell'INPS per maggiori informazioni