Impianti di distribuzione carburanti

Sommario delle sezioni presenti


torna su

Il Comune

Servizi Comunali

Servizi Comunali

Impianti di distribuzione carburanti

Carburanti

Sono disciplinati dal T.U. Commercio (legge regionale 1/2007 come modificata dalla legge regionale 53/2009 del 10.11.2009) e rientrano nella competenza comunale gli impianti di tipo stradale, ad uso privato, marini.

 Per l'installazione e l'esercizio di nuovi impianti debbono essere rispettate le normative in materia urbanistica, di tutela ambientale, di sicurezza stradale, sanitaria, antincendio e del lavoro e di tutela dei beni storici ed artistici. Gli impianti possono essere realizzati in tutto il territorio comunale fatta eccezione per i centri storici e comunque nel rispetto della legge regionale commerciale e degli strumenti urbanistici.


Rientra altresì nella competenza comunale il rilascio del titolo autorizzativo necessario per i prelievi di carburante, per i rifornimento di mezzi effettuabile solo sul posto di lavoro (cingolati, gru, percussori, ecc...). Tali titoli hanno validità annuale e possono essere rinnovati alla scadenza.


Con ordinanza sindacale annuale vengono stabiliti, nel rispetto degli "indirizzi e criteri di programmazione commerciale e urbanistica in materia di distribuzione carburanti stradali ed autostradali" (DCR n. 27 del 29.10.2009) gli orari di apertura e chiusura degli impianti nonchè i turni di apertura domenicale e festiva.

 

NORMATIVA:

 

MODULISTICA:

Alle pratiche relative agli impianti di distribuzione carburanti  - ad eccezione della richiesta di ferie - dovrà essere allegata copia della ricevuta del versamento per oneri a carico degli utenti da effettuarsi secondo le modalità indicate nell'apposita  "Guida ai versamenti"